Economia

Anziani e pensionati, lettera dei sindacati ai candidati premier

Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil chiedono che il Governo e il Parlamento futuri si occupino della loro condizione: "Le scelte prese finora hanno penalizzato anziani e pensionati"

Occuparsi delle condizioni degli anziani e dei pensionati. Questo è quello che hanno chiesto le organizzazioni sindacali dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil che, in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, hanno inviato una lettera a tutti i candidati premier e ai segretari delle principali forze politiche per chiedere che il futuro Governo e il futuro Parlamento tengano in considerazione e si occupino della condizione degli anziani.

In particolare i sindacati “rivendicano una nuova politica fiscale, la tutela del potere d’acquisto delle pensioni, la rimozione del blocco della rivalutazione annuale introdotto con la riforma Fornero, il rilancio del welfare pubblico e un piano articolato a favore delle persone non autosufficienti e delle loro famiglie da realizzarsi attraverso una legge nazionale ad hoc”.

Nella lettera inviata ai candidati e ai leader dei partititi Spi-Fnp-Uilp sottolineano infine “che le politiche fin qui adottate per contrastare la crisi hanno ulteriormente penalizzato anziani e pensionati e che non sarà possibile alcun cambiamento positivo della società se le esigenze di milioni di persone saranno ancora una volta ignorate”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziani e pensionati, lettera dei sindacati ai candidati premier

LatinaToday è in caricamento