Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia

Pfizer scala la classifica: è tra le migliori aziende italiane in cui lavorare

L'azienda farmaceutica è sesta nel Best Place to work in Italia. Circa 3mila dipendenti su tutto il territorio nazionale, tra gli stabilimenti di Aprilia, Ascoli e Catania

Sesta tra le migliori aziende dove lavorare in Italia, prima fra le farmaceutiche. E’ la Pfizer, che scala la classifica 2018 dei Best Place to work in Italia. L’azienda farmaceutica ha una popolazione di oltre 3mila persone su tutto il territorio nazionale, tra gli stabilimenti di Aprilia, Ascoli e Catania e gli uffici di Roma e Milano, cui si aggiunge il personale dell’informazione medica scientifica.

Una popolazione al femminile per quasi la metà, con le donne che occupano per oltre il 40% posizioni dirigenziali. “È la prima volta che partecipiamo a Great Place to Work Institute, volta a certificare i migliori ambienti di lavoro in Italia. Lo abbiamo fatto perché il nostro impegno quotidiano per migliorare la salute delle persone non può prescindere da una forte attenzione all’interno, verso i colleghi che lavorano per un mondo più sano”, afferma Massimo Visentin, presidente e amministratore delegato di Pfizer in Italia.

Pfizer mette a disposizione dei dipendenti un ventaglio di servizi che consentano di coniugare al meglio lavoro e vita privata. Grazie a questo impegno, i dipendenti  possono avvalersi di alcuni strumenti di flessibilità quali: Lavoro Agile, Telelavoro, Orario Flessibile e venerdì corto. A questo si aggiungono i vantaggi offerti dal supporto economico per gli asili nidi e dalle iniziative per la salute e la prevenzione (assicurazione medica, check up gratuiti, palestra, menù bilanciato, campagne di vaccinazione).

L’azienda offre una gamma di prodotti diversificata: dai farmaci storici in area cardiovascolare, anti-infettiva, urologica, oncologica e del dolore e dell’infiammazione, alle nuove molecole nell’ambito dei vaccini e dei biologici, fino ai prodotti farmaceutici di largo consumo. Con oltre 7,5 miliardi di dollari investiti in ricerca e sviluppo lo scorso anno, con circa 87 molecole allo studio, Pfizer è tra le aziende farmaceutiche che investono di più in questo settore, concentrandosi in particolare nelle seguenti aree: oncologia, malattie rare, infiammatorie e immunologiche, cardio-metaboliche, bioterapeutici e vaccini.

E’ presente in Italia dal 1955, con una forte radicazione nella regione Lazio, con gli Headquarters a Roma e lo stabilimento di Aprilia, dedicato alla produzione di OTC, integratori alimentari e probiotici che esporta anche a livello internazionale. La maggior parte della produzione è destinata all’Europa (35 Paesi), tuttavia lo stabilimento invia prodotti anche verso altri continenti inclusi Australia, Africa,  Sud America e Nord America (Canada).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfizer scala la classifica: è tra le migliori aziende italiane in cui lavorare

LatinaToday è in caricamento