Polo fieristico all’ex Rossi Sud, buona la prima: dati e commenti

I numeri e i risultati in termini di presenze e aziende espositrici del primo importante evento organizzato nel complesso “ex Rossi Sud” hanno superato gli auspici della vigilia. Soddisfatto Cusani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Da poche ore ha chiuso i battenti il primo importante evento organizzato nel complesso “ex Rossi Sud”, e i risultati in termini di presenze e aziende espositrici ha varcato di molto la soglia degli auspici delle vigilia.

I DATI - Venerdì 1 febbraio si sono registrate 1.100 presenze la mattina e 1.300 il pomeriggio. Sabato 2 febbraio 1.100 la mattina e 1.300 il pomeriggio, domenica 3 febbraio 1.800 la mattina, 2.100 il pomeriggio.

L’affluenza complessiva è stata di 14.700 visitatori ed è stata verificata dagli addetti alla sicurezza Tiger Security srl, sotto la responsabilità dell’ing. Messina. Altro dato interessante sono le 486 coppie di prossimi sposi che si sono iscritte al concorso “vinci un viaggio”.

Sulla scorta di questi primi importanti risultati - afferma il presidente Armando Cusani - si profilano per la Provincia di Latina le nuove sfide: sostenere la competitività e la leadership dei sistemi produttivi locali, collegare le imprese e i produttori di conoscenze su piattaforme comuni o interfacce sostenute e orientate dal soggetto pubblico su settori strategici, produrre valore con la conoscenza.
Sono fermamente convinto che la competitività e l'innovazione siano elementi essenziali a far crescere la capacità di risposta alla crisi della Provincia in quanto strumenti della società avanzata, capaci di produrre uno sviluppo sostenibile basato su una crescita economica forte e un’economia sociale di mercato. A tal fine le politiche di governo della Provincia di Latina sono indirizzate lungo direttrici importanti, le uniche ritenute capaci di assicurare sviluppo equanime su tutto il territorio provinciale.
A ben vedere sul territorio non manca la capacità imprenditoriale, come non mancano le professionalità, la creatività: ciò di cui è veramente carente questa nostra Provincia è invece l’attrattività del territorio sulla quale si radica poi la sua competitività.
I nostri imprenditori – termina Cusani - non devono avere paura di diventare grandi per l’ostracismo del loro territorio non pronto ad accogliere i cambiamenti legati alla crescita; i nostri imprenditori non devono sacrificare la crescita dell’impresa all’esigenza di mantenerne il controllo su di essa a tutti i costi. In molti ci invidiano il nostro serbatoio di imprenditorialità, dalle microaziende artigianali, alla fitta rete di piccole e medio-grandi imprese che trova proprio nella nostra Provincia una possibilità di approvvigionamento esterno di componenti a costo contenuto e qualità elevata
”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento