Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia Cisterna di Latina

Sulle ceneri della Goodyear, Merolla presenta il polo produttivo “La Fenice”

Come ha spiegato Merolla, si tratta polo per il potenziamento dei settori artigianale, agroalimentare ed industriale, concepito con criteri di ecosostenibilità da far sorgere sul sito dismesso della Goodyear

Si tratta di un ”ambizioso progetto per la realizzazione di un vero e proprio polo per il potenziamento dei settori artigianale, agroalimentare ed industriale, concepito con criteri di ecosostenibilità" da far sorgere sulle ceneri della Goodyear.

Il candidato a sindaco e primo cittadino uscente Antonello Merolla ha presentato il progetto “La Fenice”, un progetto ambizioso per la città di Cisterna, “una svolta occupazionale e non solo” da far sorgere presso il sito dismesso della Goodyear.

“Abbiamo l’opportunità di far rinascere l’economia cisternese - ha detto il sindaco ieri mattina, presso la Biblioteca Comunale, nel corso per il convegno ‘Dalle Buche alla città sostenibile’ - far risorgere dalle sue ceneri i 33 ettari del sito dismesso dove un tempo c’era la Goodyear.

Il progetto La Fenice è fattibile anzitutto perché è uscito un bando regionale per l’esproprio dei siti dismessi. Abbiamo individuato poi dei bandi europei che ci permetteranno di costruire la grande area produttiva attrezzata. Siamo in contatto con i canali e le competenze giuste per accedere a questi finanziamenti. Ci stiamo già muovendo da tempo, quindi si tratta di un progetto concreto, non un miraggio elettorale”.

“Per spiegarlo in maniera semplice - ha detto Merolla ai numerosi cittadini che ieri riempivano la sala al piano terra di Palazzo Caetani - stiamo parlando di capannoni di varie dimensioni, fruibili per gli artigiani, gli industriali e gli agricoltori. Tutti gli edifici saranno alimentati grazie agli impianti fotovoltaici che istalleremo sui loro stessi tetti, così da creare un polo autosufficiente dal punto di vista energetico.

Anche la movimentazione interna sarà ‘sostenibile’, visto che sarà effettuata solo con mezzi elettrici. Oltre ai capannoni produttivi, all’interno del polo sorgerà un edifico amministrativo, un condominio delle aziende con direzionale centralizzato, centro acquisti centralizzato, segreteria condivisa, mensa comune ed altri spazi condivisi per ottimizzare le spese di gestione”.

“I capannoni – prosegue - saranno realizzati dal Comune con bandi europei che poi li darà in concessione gratuitamente alle aziende che ne faranno richiesta ed avranno i requisiti necessari.  Perché chi ha intenzione di fare impresa seriamente - continua Merolla - a Cisterna deve essere sempre il ben venuto.

Noi facciamo cose concrete perché solo noi conosciamo davvero i problemi dell’industria e dell’artigianato locale. Ho l’impressione invece - conclude il candidato sindaco sostenuto da Forza Italia e dalle liste civiche Cisterna Futura e Corrente Nuova - che alcuni altri miei avversari politici parlino per slogan senza conoscere a fondo le carte e le questioni tecniche”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle ceneri della Goodyear, Merolla presenta il polo produttivo “La Fenice”

LatinaToday è in caricamento