Economia

Mercato immobiliare, prezzi delle case a picco nel 2012: a Latina -8,7%

Secondo i dati del portale idealista.it, il valore fatto registrare dal capoluogo pontino nell'ultimo anno risulta decisamente sopra la media nazionale che si attesta intorno al -5%

Un calo medio dei prezzi di circa il 5%. Questa è la fotografia scattata dal portale immobiliare idealista.it e relativa ai prezzi delle case nel corso dell’anno appena trascorso. La media nazionale parla così di un calo del 5% con picchi del 16,4% a Padova. Male anche la provincia pontina che nel 2012 ha fatto registrare un brutto -8,7%.

I DATI - Nell’ultima rilevazione dell’anno appena trascorso, su un campione di 44.189 annunci del portale solo 4 dei 39 capoluoghi italiani - quelli per cui è stato possibile monitorare l’andamento dei prezzi nell’arco degli ultimi 12 mesi - chiudono l’anno in terreno positivo; su base trimestrale aumentate le città in segno negativo rispetto alla passata rilevazione (il 70% contro il 61% del terzo trimestre).

Latina è una delle città in cui la diminuzione dei prezzi delle case ha toccato i livelli più alti; infatti se a dicembre del 2011 il prezzo medio al metro quadrato si attestava sui 2319 euro, nel 2012 si è arrivati a 2116 euro con un calo percentuale dell’8,7%. Anche per quanto riguarda la variazione trimestrale (settembre 2012-dicembre 2012) non c’è da stare tranquilli con un ulteriore discesa dei prezzi del 3,5%: se a settembre dello scorso anno, infatti, una casa costava 2193 euro al metro quadrato a dicembre come detto è scesa a 2116 euro.

NEL RESTO D’ITALIA – In generale sono 9 i centri accomunati da cali sopra la soglia del cinque% da nord a sud Italia, 16 le città che registrano ribassi sotto la media, dal 4,9% di Torino e Genova a scendere fino al meno 0,8% di la spezia
Ma se tra le città maggiori, è Padova a far registrare il trend peggiore in un anno, non vanno di certo meglio Bari (-7,1%), Bologna (-5.5%), Catania (-5,4% ) e Firenze (-5,3%). Tra le altre città capoluogo, male anche Modena (-11,1%), Parma (-9,8%) e Bergamo (-8,7%)  - lo stesso valore di Latina .- che sono quelle che scontano maggiormente gli eccessi degli anni addietro e la crisi di una economia basata sulla piccola-media impresa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare, prezzi delle case a picco nel 2012: a Latina -8,7%

LatinaToday è in caricamento