rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Prezzo del lette, Coldiretti: “Allevatori sempre più preoccupati”

Il problema del mancato rinnovo: “La gravità della situazione, con i contratti di conferimento scaduti da oltre un mese, rischia di innescare una corsa al ribasso che gli allevatori non sono più in grado di sostenere”

Allevatori sempre più preoccupati. A richiamare ancora l’attenzione per il mancato rinnovo del prezzo del latte è ancora una volta la Coldiretti, per voce del direttore di Latina e Frosinone, Saverio Viola.

“Si svolgono riunioni ma la situazione non si chiarisce e, anzi, a dover dare ascolto alle notizie ufficiose che arrivano,  potrebbe complicarsi ulteriormente. Il Tavolo di concertazione per la definizione del prezzo del latte vaccino alla stalla per il periodo 1 luglio - 31 dicembre 2014, voluto solo da noi di Coldiretti, non riesce a dare le notizie che auspichiamo per i nostri allevatori”.

“La gravità della situazione, con i contratti di conferimento ormai scaduti da oltre un mese, rischia di innescare una corsa al ribasso che gli allevatori non sono più in grado di sostenere – spiegano Carlo Crocetti e Vinicio Savone, allevatori entrambi e presidenti rispettivamente di Coldiretti Latina e Frosinone -.

Nel solo mese di luglio, ad appena un mese dalla scadenza dei contratti, si registra un calo medio dei prezzi di oltre il 5%, passando da circa 45 centesimi al litro a poco più di 42 centesimi. A ciò si aggiunge un calo dei prezzi del latte crudo alla stalla, sia in Germania che in Francia, che si traduce nella perdita di qualità del latte laziale e della competitività degli allevatori del nostro territorio, mettendo in crisi il settore zootecnico che già negli ultimi cinque anni ha visto diminuire il numero delle aziende da latte di quasi il 40%”.

“Ci attendiamo- hanno  commentato Savone e Crocetti  - già dalle prossime settimane che la Regione Lazio giochi quel ruolo di impulso e mediazione che le è proprio a tutela delle prospettive di sviluppo della zootecnia delle nostre provincie e del Lazio più in generale. Gli allevatori hanno diritto ad un quadro di certezze che consenta loro di programmare la propria attività ed il proprio futuro visto che l’unico dato cresciuto negli ultimi anni è quello relativo ai costi di produzione che oggi ammontano in media a 48 centesimi al litro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzo del lette, Coldiretti: “Allevatori sempre più preoccupati”

LatinaToday è in caricamento