rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Nel Lazio

Regione Lazio e parti sociali firmano un protocollo su lavoro e sviluppo del turismo

Obiettivo dell'intesa è quello di costruire strumenti in favore dei lavoratori e delle aziende del settore attraverso misure di sostegno per favorire un lavoro stabile, regolare e di qualità e una crescita sostenibile

La Regione Lazio e le parti sociali hanno sottoscritto un protocollo di intesa su “lavoro e sviluppo nel turismo”, con la realizzazione di un Piano di Interventi per la promozione e valorizzazione della qualità del lavoro nel settore turistico del territorio laziale.

All’evento erano presenti: l’assessore regionale al Lavoro e nuovi diritti, Formazione e Scuola Claudio Di Berardino, l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca Paolo Orneli e l’assessora al Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana e Semplificazione amministrativa Valentina Corrado. Il protocollo è stato sottoscritto con i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uilutucs, Cgil Roma e Lazio, Cisl Lazio, Uil Roma e Lazio, Unindustria, Federalberghi, Confcommercio, Confesercenti e Cna. Il Piano di intervento ha l’obiettivo di costruire strumenti in favore dei lavoratori e delle aziende del settore del turismo attraverso l’introduzione di misure di sostegno volte a favorire un lavoro stabile, regolare e di qualità e una crescita sostenibile.

"Il Protocollo d`intesa `Lavoro e sviluppo nel turismo` è stato un importante lavoro di squadra - ha spiegato l'assessore Di Berardino - Il metodo di collaborazione utilizzato potrebbe essere una pratica ampliata anche ad altre Regioni non solo al Lazio. Ora però serve una partecipazione attiva di tutti per far si che si attui il protocollo. Il filo conduttore è la qualità del lavoro non solo dei lavoratori, ma anche delle imprese. Se non cogliamo questo obbiettivo credo sarà un problema. Inoltre c`è il tema della formazione che ha un ruolo importante. Proprio entro fine mese uscirà un bando sulla formazione dei lavoratori, perché riqualificare i ruoli serve per trovare nuove opportunità occupazionali. Abbiamo siglato un verbale con le organizzazioni sindacali per sostenere i lavoratori con cassa integrazione a zero ore nel 2021. Continua quindi l`aiuto da parte della Regione Lazio, ma dobbiamo continuare a collaborare con il governo per migliorare la situazione, dobbiamo continuare a interloquire direttamente con i ministri e allo stesso tempo lavorare sui tavoli delle regioni al fine di ampliare provvedimenti di aiuto per i lavoratori e per le imprese”.

“Il periodo che stiamo vivendo - aggiunge l'assessora Valentina Corrado - richiede uno sforzo straordinario. Il perdurare della pandemia ha determinato la necessità di ridefinire un modello più aderente alle recenti e mutate necessità del sistema turistico laziale. A tal fine abbiamo fortemente voluto sottoscrivere questo Protocollo che consente di strutturare un piano di interventi congiunto che contribuirà ad accelerare il processo di uscita dalla crisi, creare valore aggiunto in termini occupazionali e di sviluppo, a innalzare la qualità e la competitività della nostra offerta turistica. Supporteremo la formazione e la qualificazione dei nostri lavoratori garantendo un sostegno economico per il tempo dedicato all’aggiornamento professionale, affinché siano intercettati i nuovi trend della domanda. Contrasteremo il dumping contrattuale, garantiremo sostegno alle nostre imprese e protezione ai nostri lavoratori: lo sviluppo dell’offerta turistica passa attraverso le misure di sostegno che garantiscano un lavoro stabile, regolare, di qualità e una crescita sostenibile. Solo restando a fianco agli attori della nostra filiera e proseguendo il lavoro di rilancio già avviato, si può imprimere un significativo slancio all’intero comparto turistico che è volano per lo sviluppo economico e sociale del territorio”.  "Il metodo di collaborazione con le parti sociali - puntualizza Orneli - è la chiave per uscire dalla crisi. Questo protocollo è importante perché mette al centro la qualità del lavoro del settore. Stiamo avviando la programmazione che vale dal 2021 al 2027, quasi 7 miliardi di euro, e dentro questa programmazione il turismo ha un ruolo centrale. Ora stiamo varando nuove misure per far ripartire e rendere più competitivo il settore turistico. Ci sarà una misura per aiutare le imprese a ripatrimonializzare, ci sarà una misura presentata da Zingaretti nei prossimi giorni per sostenere il settore del wedding, misure che vareremo nelle prossime settimane che riguarderanno la digitalizzazione per l'innovazione del sistema produttivo e per l'internazionalizzazione. Inoltre ci sarà un fondo di 40 milioni per la ristrutturazione degli alberghi, misura strutturale che stiamo mettendo per favorire l'ammodernamento del settore e il reinserimento nella competitività".

"Un plauso alla Regione Lazio per la competenza e le modalità con cui si è arrivati alla definizione del protocollo, in piena sintonia e condivisione con le associazioni e le rappresentanze sindacali - commenta il presidente di Confcommercio Giovanni Acampora - Sempre vicini alle imprese sin dall’inizio del periodo pandemico tutt’ora in atto e che sta riverberando i suoi effetti a tutt’oggi con grosse ripercussioni dal punto di vista occupazionale mettendo a rischio le attività turistiche. Questo pandemia ci sta insegnando a lavorare insieme nella consapevolezza che il mondo che verrà sarà sicuramente un mondo diverso".

firma protocollo regione turismo-3

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lazio e parti sociali firmano un protocollo su lavoro e sviluppo del turismo

LatinaToday è in caricamento