Economia

Tares, in arrivo la stangata. Adoc: “L’ingorgo fiscale è servito”

Secondo i dati forniti dall’associazione, le tariffe per i rifiuti passano dai 277 euro medi del 2011 agli oltre 353 euro di quest’anno (+27,3%). Presidente Pezzoli: “Tutelare le famiglie a basso reddito”

I cittadini del capoluogo pontino in questi giorni stanno ricevendo le bollette della Tares – in alcuni casi fatte pervenire già scadute -; “una vera e propria stangata” come la definiscono dall’Adoc – l’Associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatori.

“Approvare con delibera di Consiglio il 10 ottobre, ma inviare le bollette della Tares ai contribuenti con data 9 ottobre, non è certamente il massimo della trasparenza. Se poi  aggiungiamo che le famiglie latinensi stanno ancora pagando il saldo della Tia del 2011, con il 2012 non ancora pervenuto, ed il prossimo anno dal mese di gennaio, sempre ché il Parlamento non cambi le date, arriverà la prima rata della nuova Trise, ‘l’ingorgo fiscale è servito’” commenta Carlo Pezzoli, presidente dell’Adoc di Latina.

E non si tratta certamente di pochi spiccioli: infatti, secondo i dati forniti dall’associazione, le tariffe per i rifiuti passano dai 277 euro medi del 2011 agli oltre 353 euro di quest’anno.

I NUMERI - “L’aumento medio - spiega Carlo Pezzoli - è del 27,3% (76 euro medi), dovuto solo in parte all’addizionale di 30 centesimi al mq. per la parte servizi destinata a finanziare i servizi indivisibili del Comune (illuminazione, strade, marciapiedi, polizia locale ecc.). Infatti una famiglia con 1 componente ed una casa di 60 mq. quest’anno pagherà per la Tares 169 euro a fronte di 131 euro pagati con la TIA del 2011 (il 28,7% in più). Una famiglia con 2 componenti e 80 mq. pagherà per la Tares 280 euro con un aumento del 24,4% (55 euro). Su una famiglia di 3 componenti e 90 mq. la Tares peserà 297 euro, con un aumento del 26,4% (62 euro); una famiglia di 4 componenti e una casa di 100 mq. pagherà 358 euro, con un aumento del 25,3% (25 euro); una famiglia di 5 componenti e una casa di 120 mq. pagherà 465 euro, con un aumento del 24,2% (91 euro); una famiglia di 6 componenti e una casa di 140 mq. pagherà 551 euro con un aumento di 137 euro (il 33%).

Come si vede – conclude Pezzoli - in termini percentuali la Tares peserà mediamente di più sui nuclei familiari meno numerosi e sulle fasce reddituali più basse. Da oggi la nostra Associazione, conclude Pezzoli sarà mobilitata in difesa dei cittadini-utenti e in nome di una vera trasparenza che fino ad ora è mancata”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares, in arrivo la stangata. Adoc: “L’ingorgo fiscale è servito”

LatinaToday è in caricamento