Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia Latina Lido

Ombrelloni chiusi in spiaggia, Comune Latina aderisce alla protesta balneari

Bandiera a mezz'asta il 3 agosto al palazzo comunale di Latina a sostegno della serrata contro l'immobilismo del Governo in merito alla liberalizzazione delle concessioni demaniali marittime

Sarà una giornata amara quella di domani anche per i bagnanti della provincia pontina. Sono 300, infatti, gli stabilimenti che aderiranno allo sciopero nazionale per protestare contro l’immobilismo del Governo relativamente alla liberalizzazione delle concessioni demaniali marittime.

Ombrelloni chiusi e nessun servizio offerto fino alle 11 di domani. E anche il Comune di Latina in qualche modo aderisce alla protesta, partecipando all’iniziativa indetta dall’Anci (Associazione nazionale dei Comuni d’Italia) ed esponendo dalle 9.30 alle 13.30 a mezz’asta la bandiera del palazzo comunale.

“Si tratta di un gesto simbolico ma dall’alto valore – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi - Sono pienamente d’accordo con l’iniziativa di protesta varata dagli operatori balneari nei riguardi della insensibilità del Governo rispetto ad un tema così importante, che rischia di mettere in ginocchio centinaia di aziende che operano nel settore turistico costiero e sono il motore di questo importante pezzo della nostra economia”.

“Dal 2015, infatti, per effetto della Direttiva Bolkestein emanata a livello europeo, le concessioni demaniali non potranno più essere rinnovate automaticamente ma saranno oggetto di un bando pubblico. Questo significa che gli investimenti fatti negli anni dagli operatori balneari, spesso piccole imprese, rischiano di essere vanificati. Con i bandi pubblici aperti, infatti, sul mercato entreranno le grandi catene, i colossi multinazionali con l’altro svantaggio di veder sparire una tipicità di gestione del settore tutta italiana”.

“A questa iniziativa di protesta – conclude Di Giorgi – devono seguirne altre per sensibilizzare il Governo su questo tema e intraprendere azioni rivolte a soddisfare le aspettative della comunità locale e di una provincia, come la nostra, che ha nel turismo costiero una fetta importante della propria economia”.

CONFCOMMERCIO – In programma per domani alle 11 presso il Lido Nausicaa di Latina l’apertura simbolica degli ombrelloni e la degustazione di un piccolo aperitivo per compensare i disagi arrecati ai bagnanti che ogni giorni si recano sulle spiagge pontine. Sarà presente anche il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, che vuole manifestare la sua vicinanza alla categoria impegnata nella vertenza con il Governo per ottenere modifiche al Decreto Legge n. 59/2010 di recepimento della Direttiva Servizi o “Bolkestein”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ombrelloni chiusi in spiaggia, Comune Latina aderisce alla protesta balneari

LatinaToday è in caricamento