Economia

Stop agli sprechi all’Inps: il grido del presidente Velletri

Il presidente, con le Rsu e i sindacati di sede suggeriscono la strada per non colpire i diritti dei lavoratori e operare i giusti tagli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Basta a esternalizzazioni, consulenze, riduzione degli appalti, e un migliore utilizzo del patrimonio immobiliare esistente.

Così il presidente del Comitato Provinciale dell’Inps di Latina Bernardo Velletri, le organizzazioni sindacali territoriali e di sede e la RSU di Sede esprimono la necessità di rivisitare il modello organizzativo dell’Ente che punti all’eliminazione dei veri sprechi senza colpire i diritti dei lavoratori al fine di riaffermare il ruolo dell’INPS, come pilastro dello stato sociale del nostro Paese.

Ripropongono in ambito Regionale la convenzione con la Regione per il passaggio delle funzioni medico-legali relative alle visite per l’Invalidità Civile, superando  il sistema duale con le ASL, al fine di ridurre i tempi di definizione dell’iter, determinando un risparmio notevole dei costi e liberando il settore medico ASL per altri ambiti della Sanità Pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop agli sprechi all’Inps: il grido del presidente Velletri

LatinaToday è in caricamento