rotate-mobile
Economia

Tassa sulla pubblicità, l’Ascom chiede la proroga della scadenza

La Confcommercio scrive al sindaco Di Giorgi e all'assessore Maietta: chiesto il differimento dei termini di scadenza al 31 marzo per apportare le modifiche ai regolamenti e alle tariffe

Chiedere di differire di altri due mesi i termini di pagamento dell’imposta sulla pubblicità al fine di poter apportare delle modifiche ai regolamenti sulle tariffe.

Questa in sostanza la richiesta avanzata dall’Ascom Confcommercio di Latina – che ha raccolto le istanze dei commercianti di Latina – la quale ha inviato una lettera al sindaco, Giovanni Di Giorgi, e all’assessore al Bilancio, Pasquale Maietta.

Con la missiva l’associazione chiede al primo cittadino di convocare un incontro urgente per discutere della delle problematiche in merito alla riscossione dei tributi comunali e alla tassa sulla pubblicità da parte della Dogre e sul possibile differimento dei termini di pagamento dal 31 gennaio al 31 marzo.

“La richiesta di differimento scaturisce non solo da questioni di ordine tecnico/amministrativo che sono in capo all'amministrazione comunale di Latina, ma anche dalla particolare congiuntura economica caratterizzata da una persistente crisi dei consumi alla quale neanche l’avvio dei saldi ha dato segnali di ripresa" si legge in una nota della Confcommercio.

"In considerazione dell’aumento degli oneri attinenti ai tributi comunali nel suo complesso, ed in particolare sulla nuova tassa Tares, la Ascom Confcommercio di Latina  - conclude la nota - convocherà nelle prossime settimane un'assemblea di tutti gli iscritti alla quale saranno invitati a partecipare i rappresentanti delle istituzioni e delle forze politiche, per attivare un serrato confronto sul permanere della crisi e la necessità di interventi correttivi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sulla pubblicità, l’Ascom chiede la proroga della scadenza

LatinaToday è in caricamento