rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Economia

Tassa sui rifiuti: a Latina si paga in media 335 euro. Aumento del 2,7% in un anno

La rilevazione dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva; nel Lazio la più economica è Viterbo, la più cara Roma

A Latina nel 2019 si paga una media di 335 euro per la tassa sui rifiuti. Un dato che fa segnare un aumento del 2,7% (circa 9 euro) rispetto ad un anno fa. Sono questi alcuni degli elementi che emergono dalla rilevazione dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva

L’indagine sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti in tutti i capoluoghi di provincia, viene spiegato, prende come riferimento nel 2019 una famiglia tipo composta da 3 persone ed una casa di proprietà di 100 metri quadri.

Il dato di Latina è superiore sia a quello della media nazionale che ammonta a 300 euro che a quella regionale di 325 euro.

Secondo quanto emerso dallo studio, la regione più economica è il Trentino Alto Adige, con 190 euro, la più costosa la Campania con 421 euro. Catania è il capoluogo di provincia più costoso con 504 euro, Potenza il più economico con 121 euro. Tra i 112 capoluoghi di provincia esaminati, a Matera si registra l’incremento più elevato (+19,1%), a Trapani la diminuzione più consistente (?16,8%). A livello di aree geografiche, i rifiuti costano meno al Nord (in media 258 euro), poi al Centro (299 euro), infine il Sud, più costoso (351 euro).

Nel Lazio la media è di 325 euro a famiglia; il capoluogo più economico è Viterbo con 269 euro, il più caro Roma con 378 euro. A Frosinone, invece, si paga di media 319 euro e a Rieti 325 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti: a Latina si paga in media 335 euro. Aumento del 2,7% in un anno

LatinaToday è in caricamento