Unicoop Tirreno: accesso prioritario nei supermercati per il personale sanitario

Sarà sufficiente mostrare il badge o il tesserino di riconoscimento per superare la fila all’ingresso e alle casse

Accesso prioritario per la spesa al personale sanitario, munito di documento di riconoscimento. E’ la decisione odierna di Unicoop Tirreno, che segue quella di altre Coop italiane, e una nuova misura nell'ambito dei provvedimenti per l'emergenza Coronavirus, per essere al fianco di chi da giorni si trova in prima linea.

Considerato il ruolo fondamentale del personale sanitario, la necessità di rispettare i turni di lavoro e la scarsità di tempo per il riposo, da oggi nei 94 punti vendita Coop in Toscana, Lazio e Umbria medici, infermieri, Oss e altri operatori della sanità avranno accesso prioritario alla spesa e saranno pertanto autorizzati dal personale di punto vendita a superare eventuali code all’ingresso del negozio e in cassa. Per usufruire di questa corsia preferenziale gli operatori sanitari dovranno essere regolarmente muniti di badge o tesserino di riconoscimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Già da alcuni giorni nei punti vendita Unicoop Tirreno l’accesso prioritario è garantito anche alle associazioni di volontariato che fanno la spesa per le persone in difficoltà che non possono uscire da casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l’appello: “Chiudere negozi alimentari e supermercati a Pasqua e Pasquetta”

Torna su
LatinaToday è in caricamento