Valorizzazione e promozione della cultivar itrana: il nuovo progetto a Roccasecca dei Volsci

Il progetto del Capol co-finanziato dall’Arsial. Il 13, 14 e 15 dicembre il corso su coltivazione, produzione, trasformazione, confezionamento di olio e oliva da mensa Itrana; tecnologie alimentari; marketing per la commercializzazione; analisi sensoriale. Aperte le iscrizioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Ai nastri di partenza l’ultimo progetto “Valorizzazione e promozione della cultivar Itrana”, promosso dal CAPOL, nell’ambito delle proprie attività formative, col patrocinio del Comune di Roccasecca dei Volsci e dell’ASPOL, co-finanziato dall’ARSIAL a seguito della selezione pubblica per l’erogazione delle agevolazioni a sostegno dell’agroalimentare laziale.

Si parte con il nuovo corso su coltivazione, produzione, trasformazione, confezionamento di olio e oliva da mensa Itrana; tecnologie alimentari; marketing per la commercializzazione; analisi sensoriale. L’obiettivo è specializzare sempre più gli operatori del settore, rendendoli anche capaci di consapevolizzare i consumatori sulle caratteristiche di pregio dell’olivicoltura pontina. Le lezioni si terranno a Roccasecca dei Volsci, il 13, 14 e 15 dicembre, presso il Museo dell'Olio e delle Tradizioni locali, allestito nell’ex frantoio del seicentesco Palazzo Massimo.

Possono partecipare gli addetti ai lavori e gli interessati. Per le iscrizioni contattare gli organizzatori: 329 109 9593 - capol.latina@gmail.com – pagina Facebook del CAPOL. Il 16 dicembre ci sarà il convegno conclusivo. Per il Presidente del CAPOL Luigi Centauri: “L’idea di potenziare la formazione in materia di cultivar autoctona Itrana – tipica del territorio della provincia di Latina, nelle varianti D.O.P. Colline Pontine, Oliva di Gaeta D.O.P. e Itrana bianca – nasce dalla constatazione che essa ha un elevato potenziale economico ancora inespresso, da sviluppare soprattutto a livello promozionale”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento