Lunedì, 18 Ottobre 2021
Viaggi

Il Medioevo nella provincia pontina: tra borghi, chiese e castelli

Un viaggio nei centri della provincia pontina in cui ancora si respira l’aria della storia, dell’arte, della cultura e della tradizione medievale

Dalle zone collinari e dei Monti Lepini arrivando fino alla costa si respira l’aria della storia, dell’arte, della cultura e della tradizione medievale anche nella provincia di Latina.

Attraverso chiese, borghi e castelli passeggiando per i vicoli di alcuni centri del territorio pontino sembra di fare un salto nel passato.

Simbolo della storia, dell’arte ma anche del valore religioso e simbolico del periodo medievale è l’Abbazia di Fossanova nel comune di Priverno. Realizzata tra la fine del 1100 e l’inizio del 1200 è la prima in Italia in stile gotico-cistercense. Caartterizzata da uno stile essenziale con l’interno quasi spogli di affreschi, di recente è stata restaurata con un bellissimo rosone, un chiostro, un refettorio e la torre. Nell’infermeria vi è la stanza dove visse e meditò San Tommaso D’Aquino negli ultimi anni della sua vita e dove morì nel 1274.

Attraversando la costa pontina tracce della tradizione medievale si possono trovare anche a Terracina con le fortificazioni murarie, il castello, le chiese e la cattedrale nonché le case-torri della città alta, ma anche a Sperlonga con il centro storico di origine medievale e il borgo arroccato in cima ad uno sperone roccioso, a Gaeta con il quartiere di S.Erasmo dove si erge il castello angioino-aragonese e a Fondi.

Su tutti i centri dei paesi collinari, poi, si trovano nuclei originali dell'epoca ancora perfettamente conservati, tra cui quelli di Sermoneta, con uno dei borghi medievali meglio conservati, Priverno, Cori, Sezze, Itri e il suo castello medievale e Campodimele il cui borgo medievale conserva ancora intatto tutto il suo fascino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Medioevo nella provincia pontina: tra borghi, chiese e castelli

LatinaToday è in caricamento