Building Narratives alla galleria Monti 8

Nuovo appuntamento alla Galleria Monti 8 di Latina con una interessante collettiva che riflette su temi quanto mai attuali: Building Narratives.

I lavori di cinque artisti internazionali Raelis Vasquez, Marcela Florido, Ana Segovia, Zoya Cherkassky e Tom Anholt, saranno in esposizione presso la galleria dal 3 al 31 ottobre.

Partendo da nazionalità diverse, attraverso esperienze di vita diverse e stili differenti, cinque artisti riflettono su temi come la memoria, la famiglia, le radici, ma anche alla storia, alle relazioni tra culture diverse che caratterizzano la società moderna. Ripercorrendo cliché e stereotipi legati alle varie nazionalità, alla sessualità e agli stili di vita, i cinque artisti “costruiscono delle narrazioni” tutte da scoprire e sulle quali riflettere.

Dalle note dei curatori:
Nel lavoro di Zoya Cherkassky, ad esempio, la storia della sua infanzia è mescolata all'esperienza collettiva. Prima di trasferirsi in Israele all'età di quattordici anni, nasce e cresce in Ucraina, sua paese di nascita. I suoi lavori sono dunque influenzati dai ricordi di quei tempi, come fossero un estratto di un mondo che non esiste più, l'Unione sovietica, rievocata soprattutto negli abiti e negli edifici, in quegli anni, tipici dell'URSS. Il suo interesse non è legato alla rappresentazione di eventi storico politici, quanto piuttosto alla narrazione della vita di tutti i giorni.

Come nei lavori di Zoya Cherkassky, anche i dipinti di Tom Anholt appaiono estremamente intimi e familiari, in quanto attingono infatti alla sua vita privata. Anholt raffigura intensi ritratti di amici o altre persone a lui vicine, attraverso uno stile antinaturalista che enfatizza l'espressonismo dei corpi e dei volti. Ogni lavoro che egli realizza è arricchito da influenze che, oltre all'ambiente circostante, guardano anche ad altre culture: il suo tratto, ad esempio, sembra ispirarsi alle miniature persiane per i cromatismi e per l'estrema cura del dettaglio, nonostante paesaggi e figure siano invece sempre mutuate dalla contemporaneità.

Ana Segovia dipinge soggetti imbevuti di elementi tratti dalla cultura messicana: colori, ambientazioni, interni domestici e di locali e ancora abiti sono tipici della sua terra, appunto il Messico. Le sue opere ricordano set cinematografici, che in effetti sono il punto di partenza della sua ricerca. I lavori sono infatti rappresentazioni di scene di film messicani, che l'artista adotta per esplorare molteplici questioni come sessualità e ruoli di genere nella società odierna, indagando come la proliferazione di immagini, nel cinema, abbia contribuito a costruire l'idea di uomo-macho, espressa in ruoli come il torero, il giocatore di poker o il cowboy, figure centrali nelle pellicole messicane.

Anche Marcela Florido si concentra sugli stereotipi della sua cultura, fondendoli con temi come la memoria e l'identità. Le sue tele sono quasi interamente occupate da una attraente giovane figura femminile, caratterizzata da colori brillanti che comunicano un sentimento di gioia e serenità. La sua terra, il Brasile, è evocata dai toni vivaci, ma anche da fiori e paesaggi tipicamente brasiliani che decorano lo sfondo. Tuttavia, guardando più a fondo nel suo avoro, questi elementi possono condurre a una critica sui cliché legati alla
cultura brasiliana e a come il resto del mondo la consideri.

Per Raelis Vasquez, la pittura è uno strumento per riflettere su problematiche e abitudini della sua gente, la comunità Latino Americana. Attraverso ritratti intimi, lo spettatore è chiamato a interrogarsi sulla condiziona di certe classi o etnie, specialmente minoranze che vivono in paesi stranieri. Vasquez, inoltre, è
interessato ai rapporti familiari: egli dipinge suggestivi momenti di membri familiari colti nelle loro case e nella routine quotidiana, come una madre che allatta il suo bambino o un figlio mentre legge un quotidiano.

L’appuntamento

È per l’opening sabato 3 ottobre dalle 18.30. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 31 ottobre.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Look Book a Cisterna

    • Gratis
    • dal 3 al 30 ottobre 2020
    • Palazzo Caetani
  • After Humans: la personale di Gianni Leone a Fondi

    • Gratis
    • dal 9 al 25 ottobre 2020
    • Palazzo Caetani
  • Piranesi a Cori: la città celebra i 300 anni dalla sua nascita

    • dal 17 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo della Città e del Territorio

I più visti

  • Look Book a Cisterna

    • Gratis
    • dal 3 al 30 ottobre 2020
    • Palazzo Caetani
  • Giornate FAI d’Autunno: visite guidate a Sermoneta

    • Gratis
    • dal 18 al 25 ottobre 2020
    • Borgo medioevale
  • Visite guidate al Parco Archeologico di Privernum

    • dal 3 al 31 ottobre 2020
    • Parco Archeologico Privernum
  • After Humans: la personale di Gianni Leone a Fondi

    • Gratis
    • dal 9 al 25 ottobre 2020
    • Palazzo Caetani
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LatinaToday è in caricamento