Un successo il Concerto di Pasqua a Latina: pienone per la prima edizione al Moderno

L’evento, organizzato dall’associazione Minerva, andato in scena giovedì 18 aprile

Un successo la prima edizione del Concerto di Pasqua Città di Latina, fortemente voluto dal presidente dell’associazione Minerva, Annalisa Muzio. Un teatro Moderno ha ospitato ieri, giovedì 18 aprile, l’evento che ha visto protagonisti i Maestri Gabriele Pezone, al pianoforte, e Andrea Tassini alla tromba che hanno emozionato e divertito, con aneddoti e curiosità raccontate, sulle note delle colonne sonore più famose del grande Ennio Morricone. Il Morricone’s Anthology diventerà, a partire da giugno, anche un cd che i due musicisti, entrambi della provincia di Latina (Pezone di Fondi e Tassini di San Felice Circeo) inizieranno a registrare il prossimo mese.

Seduti in platea rappresentanti delle istituzioni, del Comune di Latina, della Provicnia, delle associazioni di categoria e dei sindacati. Tanti i cittadini che hanno voluto acquistare il biglietto per partecipare al progetto di Minerva che prevede un sostegno concreto alle scuole per l’acquisto di materiale didattico e sportivo come ha spiegato Annalisa Muzio. 

“Un impegno costante – ha spiegato ieri sera il Presidente di Minerva – che ci ha permesso, in soli due anni di attività, di organizzare tanti eventi, dalla Borsa di studio dedicata alla giornalista Susetta Guerrini a Buon Compleanno Latina, XBeach, presentazione di libri e convegni. Minerva, inoltre – ha spiegato ancora Annalisa Muzio – ha fortemente voluto la nascita dell’Osservatorio per lo Sport e il Turismo sportivo, di cui fanno parte circa settanta associazioni di varie discipline, e con il quale stiamo lavorando per riportare lo sport, e il turismo legato agli eventi sportivi, al centro degli interessi economici di Latina così come già fanno altre città della nostra provincia come, ad esempio, Gaeta”.

Il presidente di Minerva ha poi auspicato la riapertura, nel più breve tempo possibile, del teatro D’Annunzio di Latina. “La grande partecipazione e le tante richieste che abbiamo dovuto rifiutare per questo concerto – ha affermato Annalisa Muzio – sono la dimostrazione di quanta necessità ci sia, in città, di riappropriarci del nostro teatro per l’organizzazione di grandi eventi come, solo per citarne uno, il Concerto di Capodanno che contiamo di potere riportare a Latina visto che per più di 30 anni ha rappresentato un fiore all’occhiello per la nostra città. Latina ha bisogno – ha aggiunto il Presidente di Minerva - di riscoprire il senso di comunità. E noi stiamo lavorando anche in questo senso con il progetto 'Minerva per i borghi' che punta proprio a questo”.

Dallo scorso mese sono già stati aperti due Point in altrettanti borghi (Bainsizza e Sabotino) e la prossima settimana verrà inaugurato anche quello di borgo Faiti. “Un altro tassello che si aggiunge al nostro percorso che è quello di fare rete. Una sinergia tra persone che si riuniscono, programmano, progettano ed eseguono. Gli input vengono direttamente dagli abitanti dei borghi per poi essere condivisi e realizzati. Abbiamo stabilito una inversione di tendenza facendo sì che la progettualità venisse direttamente da chi il territorio lo vive e lo conosce per stabilire, insieme, quali sono gli interventi necessari e le iniziative che davvero possono essere utili” ha spiegato ancora il Presidente dell’associazione che ha poi rivolto un invito ai presenti: “Non è più sufficiente puntare il dito e lamentarsi su ciò che non è stato fatto o che non c’è. Occorre prendere atto del problema, ma poi trovare una soluzione condivisa”.

Ai politici di maggioranza e opposizione presenti al teatro il presidente dell’associazione ha poi voluto lanciare una provocazione rispetto al progetto della Beach Arena, presentato dall’Osservatorio per lo sport e il turismo sportivo. “Voglio sottolineare le difficoltà che stiamo affrontando per realizzare il nostro progetto, donato al Comune con tanto di intervento economico dei privati già pronto, sul quale continuiamo a registrare il più assoluto silenzio da parte dell’amministrazione comunale, ma anche dei partiti di opposizione. Un progetto al quale non abbiamo assolutamente intenzione di rinunciare e allora visto che stasera ci siamo tutti – ha concluso Muzio - faccio un appello al senso di responsabilità di tutti, senza alcuna distinzione, affinché si ritrovi quel famoso senso di comunità, di sinergia e di identità che ci permetta di scommettere insieme su Latina”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento