"Il Don Francesco": elogio a Ventotene

"Il Don Francesco" è la nave che fa la spola tra la terraferma e l'isola, l'insolito protagonista, e voce narrante allo stesso tempo, di questo piccolo romanzo firmato da Silvia Frangipane

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La nave che fa la spola tra la terraferma e le Isole Pontine è l'insolito protagonista di questo piccolo romanzo, un libro da tasca per i viaggiatori amanti del mare e delle bellezze nascoste della nostra Italia. Con sensibilità e lirismo "Il Don Francesco" ci conduce alla scoperta emotiva di un'isola piccola e antica, Ventotene, un incredibile gioiello che tutti noi in Europa dovremmo custodire nel nostro cuore. Un inaspettato incontro tra una passeggera e un ufficiale dell'equipaggio diventa l'occasione per la scoperta di questa isola unica. Ma la sorpresa più grande per il lettore è che il catamarano è anche la voce narrante di questa piccola storia poiché non è una nave qualunque.

È un mezzo dotato di una rara empatia: "In me passa tutto quello che entra ed esce, e tutto quello che vive nei passeggeri che trasporto. Io sento i loro pensieri, ascolto i loro discorsi, leggo con loro i libri. Io sono quello che loro vivono quando stanno dentro di me". Il Don Francesco è un essere con la sua memoria: "Questo me l’hanno tramandato i miei antenati: le golette, i brigantini, le grandi navi romane con la vela quadrata e la chiglia profonda." e la sua riflessività: "L’ho notato negli umani. Non pensano mai che le cose possano cambiare e invece cambiano sempre". Non si può non amarlo dopo averlo seguito nella traversata verso la terraferma e alla fine non si può non desiderare di andare davvero a conoscere Ventotene, piccola grande isola del Mare Nostrum.

"Sono sempre stata un'amante della carta stampata" dichiara l'autrice Silvia Frangipane "della fisicità dei libri. Non avrei mai pensato di pubblicare un libro in formato digitale a costo di lasciarlo nel cassetto. Ma questo confino ha inciso su tutto: necessità, priorità, abitudini... E allora con umiltà e consapevolezza mi sono ricreduta. Così dopo le prime tre settimane di #iorestoacasa ho voluto contribuire con una mia piccola candela a rischiarare tanto buio e ho pensato di proporre qualcosa di mio accessibile a tutti, e soprattutto qualcosa che parlasse della bellezza del nostro paese e potesse, anche solo per il tempo della lettura, essere di conforto e indurre un fugace sorriso e un piccolo sogno in questo periodo drammatico. La bellezza può tanto. E noi ne siamo circondati. E lei ci sta aspettando. Così ho pensato a Il Don Francesco che stava lì nel mio cassetto in attesa di un editore. Con un insolito protagonista-narratore che forse avrebbe fatto incuriosire e sorridere qualche lettore. Spero che questo libro da tasca sia uno stimolo a conoscere Ventotene, questo nostro gioiello, questa piccola grande isola e un incentivo ad andare a visitarla, proprio ora che i collegamenti con l'isola sono stati ripristinati. Per tornare a guardare con nuovi occhi. Di stupore. Di ammirazione. Di riconoscenza. 'Il Don Francesco' è un piccolo romanzo su Ventotene che ho scritto l'anno scorso durante un mio soggiorno sull'isola che tanto amo e che conosco da circa trent'anni. Ventotene è un'isola magica e reale allo stesso tempo. C'è ma sembra un sogno. Si merita tanto perché dà tanto. È oasi naturalistica, riserva marina, ha un porto e una villa imperiale del tempo di Augusto, ha ospitato uomini che hanno combattuto per la nostra libertà e che hanno creduto in una libera Europa. Si merita di essere conosciuta e riconosciuta da tutti coloro i quali amano viaggiare, scoprire e vivere la nostra magnifica Italia".

"Il Don Francesco" è su Amazon in formato digitale al prezzo di lancio di 4,00 € (scaricabile e leggibile con Kindle o con l’App Kindle gratuita per chi non avesse Kindle) Link e-book: https://tiny.cc/4n4apz

Torna su
LatinaToday è in caricamento