rotate-mobile
Cultura Gaeta

Incisioni in immersione a 12 metri di profondità: la prima volta nel mondo è di un’artista pontina

Antonella Magliozzi, in arte Krillantix, originaria di Gaeta ha creato le proprie opere incidendole sottacqua adottando particolari tecniche. Dopo il Tirreno la tappa nel mare dei Caraibi

Per la prima volta al mondo l'artista originaria di Gaeta Antonella Magliozzi, in arte Krillantix, realizza le sue incisioni lavorando direttamente in immersione a 12 metri. Proprio così, per la prima volta nella storia dell’arte un’artista ha creato le proprie opere incidendole sottacqua adottando particolari tecniche. 

Nel mare dei Caraibi, seconda tappa del suo viaggio, Krillantix si è congiunta con il mare, coniugandosi perfettamente alla natura, una tra le fonti di ispirazione della sua produzione artistica, leitmotiv della collezione “Sette mari”. E letteralmente immersa in questo habitat, ha evoluto il suo essere in una danza creativa. Obiettivo della performance è quello di intercettare i segnali energetici che arrivano dal mare per restituirli sotto forma di comunicazione artistica, intrisa, nell’essenza, di tale vitalità. 

“Da sempre il mare mi accompagna - precisa Krillantix  -. Sono stata concepita sul mare. È ovunque, in me e attorno a me. I suoi colori viaggiano con me. Il suo profumo inebria i miei sogni. Il suo abbraccio mi accarezza l’anima. Le sue vibrazioni elevano il mio spirito. Qualche anno fa decisi di dedicare un’intera collezione al mare. Il mio intento era proprio quello di creare sul mare e nel mare... Pensai... ‘La collezione sarà realizzata con la tecnica dell'incisione’ e si chiamerà ‘Sette Mari’. La collezione tratta alcuni dei mari più interessanti del mondo. Ho cominciato dal ‘mio mare’, il Tirreno, Gaeta. Ho inciso le lastre direttamente nelle profondità marine. L’immensa energia degli universi sommersi è penetrata nel mio lavoro. Ho creato incidendo in immersione a una profondità media tra 9 e i 12 metri. Tra le mille forme, colori e movimento di coralli pesci e altri organismi viventi, tutto il mondo sommerso. Incidere nel mare e con il mare. Ora sono qui a Punta Cana per realizzare il secondo mare, quello dei Caraibi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incisioni in immersione a 12 metri di profondità: la prima volta nel mondo è di un’artista pontina

LatinaToday è in caricamento