Martedì, 28 Settembre 2021
Cultura Centro / Piazza San Marco

Museo Cambellotti: oggi il taglio del nastro dopo la ristrutturazione

È stato inaugurato oggi un rinnovato Museo Cambellotti. Modernizzazione, inclusione, servizi culturali innovativi: un grande risultato dopo anni di duro lavoro

È stato presentato oggi in conferenza stampa il nuovo allestimento del Museo Civico Duilio Cambellotti di Latina. Presenti all’incontro il sindaco di Latina Damiano Coletta, l’Assessore alla Cultura Silvio di Francia, il Capo di Gabinetto della Regione Lazio Albino Ruberti, ed Elena Lusena direttore amministrativo del Museo Cambellotti.

Un giorno felice che vede il primo traguardo dopo un lavoro di circa due anni di rinnovamento del Museo che da decenni era abbandonato a sé stesso e che invece oggi si appresta a diventare un centro propulsore di attività culturali, formative e turistiche indispensabili per il territorio.

Inaugurazione del nuovo Museo Cambellotti, Coletta: "Tappa storica" - Il video

L’introduzione del sindaco Coletta

Reso possibile grazie al finanziamento ricevuto dalla Regione Lazio attraverso il bando per la valorizzazione dei luoghi della cultura al quale si è aggiunto un finanziamento comunale di 400mila euro, il restyling del Museo Cambellotti è una tappa importante per la storia della città. Come ha affermato il sindaco Coletta nel suo intervento, vuol dire ridare alla collettività uno spazio che connette di fatto la storia della nostra città con la cultura, il Museo infatti è un luogo molto caro a tanti cittadini per l’uso che ha avuto nel corso dei decenni, intere generazioni hanno svolto l’ora di educazione fisica nella grande sala. Oggi torna a essere luogo di cultura e potenziale attrattore turistico che rientra in un piano riqualifica e valorizzazione di luoghi storici di Latina, per consentire alla città di trovare una sua connotazione e diventare meta di visitatori. Tutto ciò è possibile grazie anche alla costante collaborazione con la Regione Lazio che sta investendo sempre più risorse nella cultura.

Il messaggio del ministro Franceschini

Benaugurale e positivo anche il messaggio del Ministro della cultura Dario Franceschini che, dovendo presiedere al G20 della Cultura che proprio in questi giorni si tiene a Roma, non ha potuto essere presente al taglio del nastro del “nuovo” Cambellotti: “l’inaugurazione del rinnovato Museo Civico “Duilio Cambellotti” di Latina avviene in un momento particolarmente importante per la cultura. Proprio in queste ore, infatti, si sta svolgendo a Roma, su iniziativa italiana, il primo G20 Cultura della storia. Ministri, delegazioni e i vertici delle più importanti istituzioni culturali internazionali stanno discutendo temi cruciali in questo settore, nel quale i musei rivestono un ruolo particolarmente importante. La riapertura di oggi, che restituisce alla comunità parte importante del proprio patrimonio culturale, assume perciò un significato ancora più alto, esprimendo la capacità della cultura di resistere e rilanciarsi nel pieno di una crisi epocale come quella dovuta alla pandemia. L’entusiasmo, la passione e la determinazione con cui si è lavorato per conseguire questo risultato testimonia quanto poi la cultura sia davvero un fattore di coesione e condivisione, come ben sintetizza il titolo del G20 Cultura con lo slogan La cultura unisce il mondo”.

L’intervento di Elena Lusena

Come racconta Elena Lusena, direttrice amministrativa del Cambellotti, l’idea della ristrutturazione del Museo è nata insieme al progetto del Sistema Integrato delle Città di Fondazione circa tre anni fa, proprio perché il Museo sarebbe dovuto diventare un hub di coordinamento di un sistema molto più grande che vede collaborare le 8 città di fondazione situate sia in provincia di Latina che nella provincia di Roma. La vocazione del museo è stata, sin dai primi passi del progetto, quella di un centro polivalente di innovazione culturale, luogo di accoglienza delle imprese culturali e creative locali. Dove sarà promosso il territorio da diversi punti di vista, in questa direzione va per esempio la collaborazione con la Strada del Vino. Grande spazio a varie discipline, infatti il secondo piano sarà un Centro di ricerca sull’architettura del ‘900, grazie alla convenzione stretta con il Politecnico di Milano e l’Ordine degli Architetti di Latina. È in fase conclusiva l’accreditamento alla Regione per la formazione permanente, questo permetterà di organizzare laboratori didattici-educativi e accogliere tutti coloro che vorranno approfondire le loro conoscenze. Saranno pronti a giorni i bandi per l’assegnazione dei servizi didattici e del punto ristoro, da settembre al via anche varie attività culturali, collaborazioni con le scuole, visite tattili per non vedenti e tante iniziative per rendere inclusivo il Museo.

L’intervento di Albino Ruberti

Grande soddisfazione per la ristrutturazione del Cambellotti espressa anche da Albino Ruberti, Capo di Gabinetto della Regione Lazio, che ha sottolineato come la Cultura sia importante per l'amministrazione regionale che in questi anni ha stanziato 21 milioni di euro distribuiti in 94 interventi di recupero, 12 dei quali a Latina e provincia. Si è complimentato per il fermento che contraddistingue la provincia pontina, le continue proposte che valorizzano il territorio che di conseguenza vanno a favorire il turismo di prossimità. Una costante attività che avvalora la posizione che la cultura è motore propulsore non solo della socialità ma anche dell’economia. Grazie al risanamento di bilancio effettuato dalla Regione, si è potuto investire di più nella cultura e il raggiungimento di tali risultati, come nel caso del Museo Cambellotti, fa ben comprendere la bontà di tali iniziative, che saranno ripetute, come nel caso del progetto di riqualificazione dell’ ex Opera nazionale combattenti in piazza del Quadrato meglio conosciuto come ex Stallino. Non si parla più solo di idee, ma di azioni reali in via di realizzazione. Quando c’è una sana collaborazione tra le istituzioni, proposte e capacità progettuali da parte delle amministrazioni comunali si possono raggiungere fattivamente molti obiettivi reali e sfruttare appieno le risorse a disposizioni. L’augurio del capo di Gabinetto è che nei prossimi anni ci siano tante altre giornate come questa.

Significativa la dichiarazione dell’Assessore Di FranciaUn vecchio detto diceva ‘rimettere la chiesa al centro del villaggio’. Ecco, noi oggi rimettiamo il Museo Cambellotti al centro della città. Obietterete che era già in centro, ma, oggi, il nostro  museo civico diverrà centrale, almeno nelle politiche culturali. E se saremo determinati, come nell’ultimo anno, sarà un esempio e punto di riferimento per molti piccoli musei del territorio. Questo è solo il primo passo. L'obiettivo è restituire alla città il ruolo che merita”.

Dopo la conferenza stampa, anche alla presenza del Prefetto di Latina Maurizio Falco, si è tenuto il taglio del nastro, un nuovo Museo Cambellotti è stato inaugurato e tutti potranno visitarlo dal 1 agosto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo Cambellotti: oggi il taglio del nastro dopo la ristrutturazione

LatinaToday è in caricamento