rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cultura Centro / Via Mattia Pompili

Nuovi murales all'oratorio Don Bosco: al via il progetto di riqualificazione urbana Not just another brick in the wall

La Consulta provinciale degli studenti in collaboraizone con Gilìa Urbana in un progetto di street art

Dare modo ai ragazzi di riappropriarsi degli spazi della città, di esprimere la loro creatività, di rendere belli e portatori di messaggi sociali positivi alcuni luoghi altrimenti decadenti e abbandonati, sono solo alcuni degli obiettivi per cui nasce il progetto “Not just another brick in the wall” che la consulta studentesca provinciale di Latina in collaborazione con Gulìa Urbana realizzerà dal 15 al 18 novembre a Latina.

Saranno realizzati dei murales lungo il perimetro dell’oratorio Don Bosco in via Mattia Pompilii, per un totale di circa 200 mq, in modo da lanciare dei messaggi di inclusione e integrazione proprio nel cuore della città.

Autori dei murales saranno 25 studentesse e studenti del Liceo Artistico Michelangelo Buonarroti di Latina coordinati dal prof. Pier Luigi Adamo.

Il progetto, che è partito da un’idea della Consulta Provinciale Studentesca e il presidente Michelangelo De Nardis, dai rappresentanti d’istituto del Liceo classico Dante Alighieri e il liceo Majorana, Lorenzo D'Erme e Giacomo Guizzo, si è sviluppato grazie alla cooperazione di vari istituti superiori di Latina (anche il Liceo Manzoni ha contribuito gestendo tutti gli aspetti burocratici) e sotto la giuda del già avviato progetto di arte urbana di Gulìa Urbana, che da anni ormai l’associazione Rublanum porta avanti in tutta Italia con felicissimi risultati, diventando un punto di riferimento per la Street Art nel nostro Paese e non solo.

Siamo onorati – dichiara il direttore artistico di Gulìa Urbana Giacomo Marinarodi poter contribuire e di proseguire un percorso di sviluppo e valorizzazione del tessuto urbano e sociale attraverso l’arte urbana iniziato nel 2019, ad un progetto di questa portata che ha come missione quella di avvicinare le ragazze e i ragazzi ad un mondo in cui la libertà di espressione è protagonista. Dipingere sui muri lasciando un segno, un messaggio indelebile e visibile ogni giorno, è l’atto artistico più genuino per offrire interessanti spunti di riflessione”.

Un progetto che promuove la libera espressione, la cooperazione e la partecipazione attiva alla vita cittadina. Un esempio virtuoso che dovrebbe essere sempre coltivato nei più giovani, non solo per le tematiche fondamentali che i murales tratteranno, ma per il senso di appartenenza che il prendersi cura della propria città può generare nei ragazzi e che ci auguriamo dunque possa essere replicato nei vari comuni della provincia di Latina, come lasciano ben sperare le parole della Prof.ssa Cochi, Referente provinciale Consulta degli studentiIl progetto Not just another brick in the wall può diventare itinerante in tutta la provincia di Latina coinvolgendo diversi istituti scolastici e dando la possibilità a studentesse e studenti di esprimere la propria creatività attraverso l’arte urbana”.

Dunque non ci resta che augurare buon lavoro ai ragazzi e di attendere i prossimi giorni per ammirare i murales renderanno più bello un tratto della circonvallazione di Latina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi murales all'oratorio Don Bosco: al via il progetto di riqualificazione urbana Not just another brick in the wall

LatinaToday è in caricamento