Cultura

I parchi naturali della provincia pontina: incredibili bellezze a due passi da casa

Luoghi di incredibile bellezza, ricchi di vita animale e macchia mediterranea, dove la natura e la storia si compenetrano e prosperano

La zona in cui si estende la provincia di Latina ha una conformazione tale da coprire zone montuose, collinari, pianeggianti, costiere e lacustri. Una tale varietà fa si che anche la fauna e la flora del territorio varino da zona a zona dando uno spettacolo incantevole di sé. Splendidi paesaggi, viste mozzafiato, colori e profumi straordinari, percorsi di vario tipo caratterizzano i numerosi parchi della provincia pontina, luoghi incantevoli dove effettuare escursioni, ammirare la natura e scoprire come la storia sia compenetrata totalmente con essa.

Tanti sono i parchi nazionali, regionali e le aree protette in provincia, luoghi da scoprire o riscoprire con la bella stagione, che organizzano spesso diverse attività per gli amanti delle escursioni e passeggiate.

Il Parco Nazionale del Circeo

Istituito nel 1934, il Parco Nazionale del Circeo si estende per quasi 9mila ettari toccando diversi comuni della provincia pontina: Sabaudia, San Felice, Ponza e Latina stessa. È una delle aree protette più antiche d’Italia. All’interno di esso sono compresi ben cinque habitat naturali diversi: la duna, la foresta, il promontorio, le zone lacustri e l’isola di Zannone. Ciascuno di essi ospita specie animali e di piante diverse, in maggior parte assimilabili alla fauna e flora mediterranea che in ogni momento dell’anno offre colori, profumi e scenari meravigliosi. All’interno del Parco del Circeo è possibile trovare tracce dell’uomo dalla preistoria ai giorni nostri: essendo un luogo posto in parte all’interno e sul limitare delle paludi pontine, da sempre è stato abitato e conteso dai popoli latini prima, dai romani, annesso allo stato Pontificio e annesso alle terre dei Caetani poi. Un luogo di natura e storia dove vengono organizzate escursioni, incontri di educazione ambientale, formazione scientifica nei musei e anche rassegne culturali in estate.

La Riviera di Ulisse

È un ente che gestisce tre diverse aree protette regionali Il Parco di Monte Orlando a Gaeta, il Parco di Gianola e Monte di Scauri tra Minturno e Formia e il Monumento Naturale Villa di Tiberio e Costa Torre Capovento - Punta Cetarola a Sperlonga.
Il Parco del Monte Orlando è costituito dall’ultima propaggine dei Monti Aurunci che si stagliano a picco sul Golfo di Gaeta. Il parco caratterizzato dalla macchia mediterranea è costituito da incredibili conformazioni rocciose: grotte, cavità, crepacci e falesie ormai celebri come la Montagna Spaccata e La Grotta del Turco, luoghi di incredibile bellezza e suggestione. Anche in questo parco la presenza dell’uomo è attestata storicamente, ritenuto un rifugio sicuro in caso di attacco e momenti di difficoltà nei secoli sono stati edificate moltissime opere di edilizia militare come depositi, polveriere e bastioni, oggi ancora visitabili.
Il Parco Regionale di Gianola e Monte di Scauri è una delle poche zone verdi e non abitate che separa i Monti Aurunci dal mare. È un paesaggio collinare di macchia mediterranea dal clima mite che permette escursioni e passeggiate in tutte le stagioni, di particolare effetto in primavera la fioritura di varie specie di piante e fiori. Di grande suggestione la sughereta formata da alberi secolari e dirupi. In tutto il Parco sono presenti ruderi di epoca Romana, del parco fa parte anche la area marina protetta dove si effettuano inoltre immersioni per ammirare i fondali.
Il Monumento Naturale di Sperlonga si caratterizza per le scogliere e falesie a picco su un mare cristallino. La natura incontaminata si compenetra nel mare attraverso grotte e anfratti naturali. All’interno del Parco c’è l’antica villa di Tiberio e il Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga. Da ogni angolo del Parco si hanno viste mozzafiato sul mare, sul borgo medievale di Sperlonga e sulle isole pontine.

Isola di Ventotene e Santo Stefano aree marine protette

Le due isole più piccine dell’arcipelago pontino sono divenute aree marine protette proprio per la varietà e la bellezza paesaggistica, dalla quantità di fauna marina e per la ricchezza di reperti archeologici dei fondali marini dovuti ad antichi naufragi.  Nelle due isole infatti oltre a varie attività di conservazione e studio della natura, proseguono le ricerche archeologiche subacquee. Oltre alla bellezza dei panorami naturali, nell’isola di Santo Stefano è possibile visitare il Carcere che per lungo tempo è stato luogo di confino e detenzione di personaggi storici di grandissimo rilievo. Ventotene è stata inoltre luogo in cui fu scritto nei primi anni ’40 il Manifesto di Ventotene, primo documento che auspicava e promuoveva l’Unità dell’Europa.  

I Monumenti Naturali della provincia pontina

Oltre ai parchi e le aree protette, la provincia pontina è ricca di luoghi naturali mozzafiato, questi sono indicati come Monumenti Naturali, che ancor più di quelli edificati dall’uomo, lasciano a bocca aperta i visitatori per lo spettacolo di bellezza e perfezione che solo la natura può offrire: tra i più conosciuti possiamo annoverare il Monumento Naturale di Campo Soriano, vicino Terracina, un altopiano carsico tra i maggiori del bacino mediterraneo che si caratterizza per grandissimi monoliti di roccia calcarea che si stagliano alti e inoltre le doline, i campi carreggiati ed inghiottitoi naturali di estremo interesse scientifico e paesaggistico. Sono considerati monumenti naturali anche il Lago di Giulianello, il Lago di Fondi, il Tempio di Giove Anxur ormai compenetrato nella natura e diversi altri luoghi incantevoli della provincia.

Un territorio, quello pontino, di grande suggestione che ospita numerosi luoghi incantevoli per rimanere a contatto con la natura, riappropriarsi di bellezza e armonia, ammirare luoghi ancora incontaminati. Tanti ancora sono i parchi e punti di grande interesse da visitare come il Parco dei Monti Aurunci  e il Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi, o il Giardino di Ninfa e il Parco Naturale di Pantanello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I parchi naturali della provincia pontina: incredibili bellezze a due passi da casa

LatinaToday è in caricamento