rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cultura Sabaudia

Primo ciak della seconda stagione di Prisma: si torna a girare in terra pontina

Le prime riprese a Sabaudia e ci si sposterà nel capoluogo pontino: tornano le vicende dei gemelli Andrea e Marco

Torna per la sua seconda stagione Prisma, la serie TV di Amazon Prime interamente ambientata a Latina e girata nel capoluogo pontino e in provincia che ha riscosso grande successo di pubblico e critica, tanto da essere candidata ai Nastri d’Argento 2023 nella categoria Miglior Serie Dramedy.

Riprendono dunque le riprese della serie che ha affascinato il pubblico di tutta Italia raccontando gli adolescenti di oggi in una città di provincia, con le insicurezze tipiche dell’età ingigantite dai tempi moderni, che vede questi giovani vivere esperienze più grandi di loro, con la velocità e la superficialità dei tempi attuali e una classe di adulti poco presente o alle prese con altrettante insicurezze irrisolte.

Si torna a girare nella provincia pontina, nello specifico a Sabaudia, le avventure dei gemelli Andrea e Marco e i loro amici raccontate dalla bravissima, Alice Urciuolo, pontina anche lei, che ha già parlato dell’adolescenza nostrana nel bel romanzo Adorazione. Urciolo è autrice anche della seconda stagione della serie TV insieme a Ludovico Bessegato, che è anche regista.

Stanotte c’è stato il primo ciak presso un casale sul Lago di Paola, location d’elezione a Sabaudia insieme a Villa Carola sul lungomare, mentre a Latina saranno diversi i luoghi in cui si girerà: dalla piscina comunale al Liceo Manzoni, dall’Hotel Fogliano al centro commerciale Latina Fiori; alcune riprese saranno effettuate anche presso l’Istituto comprensivo Giovanni Cena e non mancheranno infine passaggi e scorci di città che, come avvenuto nella prima serie, hanno ben rappresentato il fascino razionalista di Latina e la sua eterogeneità in fatto di spazi, architettura e meraviglie naturalistiche.

set a sabaudia PRISMA

Come sempre in questi casi è solerte il lavoro della Latina Film Commission che agevola l’organizzazione delle riprese e promuove le migliori location del territorio che ormai riscuote sempre più consensi.

Vorrei ringraziare sin da ora la Cross Productions, il produttore Marco Mastrogiacomo e il direttore di produzione Claudio Lucchese per l’attenzione che sempre mostrano entusiasti nei confronti del nostro territorio, gli autori Urciuolo e Bessegato, che è anche il regista della serie, Francesco Carminati che tanto fa a supporto della Latina Film Commission e le Amministrazioni comunali che si sono subito messe all’opera per assicurare accoglienza a tutta la troupe. Il ritorno di Prisma nella nostra provincia, non solo è evidenza del successo della prima stagione ma continua quel percorso di promozione del nostro meraviglioso territorio, fonte inesauribile di storie e ambientazioni davvero suggestive. Tra l’altro è la prima volta che una intera serie televisiva è stata pensata e scritta appositamente su personaggi e luoghi della nostra terra!” commenta Rino Piccolo, direttore della Latina Film Commission.

Le riprese dureranno circa tre mesi e questo significa non solo un importante ritorno di immagine per Latina, Sabaudia e località limitrofe, ma un consistente indotto economico grazie al cast e la troupe che alloggeranno e lavoreranno in zona. Gli sforzi di Latina Film Commission in tal senso e l’accoglienza della nostra terra sono dimostrabili anche dalla quantità sempre maggiore di produzioni televisive, cinematografiche e pubblicitarie che scelgono la provincia pontina per le riprese. Un circolo virtuoso che sta già producendo il fenomeno del “cine-turismo”, tutto da sviluppare.

Nei prossimi mesi non sarà così strano imbattersi nel set di Prisma  passeggiando per la città, e presto potremo rivedere Latina e Sabaudia in TV a fare da sfondo alla bella  storia di crescita e ricerca di sé stessi della serie prodotta da Amazon Prime.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo ciak della seconda stagione di Prisma: si torna a girare in terra pontina

LatinaToday è in caricamento