rotate-mobile
Cultura

Rosso Relativo compie 20 anni e Tiziano Ferro ringrazia i fan

Il primo album di Tiziano Ferro, quello che lo ha lanciato a livello planetario, compie vent’anni e per l’occasione arriva un triplo cd celebrativo

Continuano i traguardi importanti per Tiziano Ferro che con un commosso post sui social annuncia che l’album Rosso Relativo, l’album d’esordio che nel giro di pochi mesi catapultò un giovanissimo Tiziano sulla ribalta internazionale, sta per compiere 20 anni.

Rosso Relativo, che contiene alcuni tra i brani più amati del cantautore pontino come Imbranato, l’omonima Rosso Relativo e la hit Xdono terzo singolo più venduto in Europa nel 2002 dopo due artisti del calibro di Eminem e Shakira, è stato un successo planetario: pubblicato il 26 ottobre 2001 e uscito in spagnolo (Rojo Relativo) il 4 marzo 2002, ha venduto oltre due milioni e mezzo di copie nel mondo, facendolo subito amare non solo in Italia ma in tutta l’America Latina e in Spagna. È stato disco doro in Italia, Francia e Turchia, e disco di platino in Italia, Spagna e Svizzera.  

Da quell’album è iniziato tutto e da quell’album tanta strada è stata fatta, ma il nostro Tiziano ne parla con tenerezza, riconoscendo il ragazzo che era allora, i problemi che portava con sé, alcuni risolti e altri che ancora lasciano strascichi “Quanta follia, urgenza, stupenda inconsapevolezza, quanto amore in quel Rosso Relativo. Esamino esanime il racconto di questi ultimi venti anni, travolto dalla gratitudine. Questo album arrivò senza preavviso - con le canzoni che avevo scritto in tarda adolescenza senza sapere che poi sarebbero finite nel mio primo disco. Lo ascolto adesso e provo tenerezza”.

Rosso Relativo è il racconto del primissimo Tiziano Ferro, dell’universo del giovane latinense schivo e pieno di complessi che si affacciava alla vita pieno di insicurezze, di questioni irrisolte “Ancora oggi ci sento dentro le urla d’aiuto, le spinte d’orgoglio di chi cercava una strada, un pezzo di me che non c’è più ma anche tante parti sgangherate che non sono riuscito a cambiare mai. Rosso Relativo è un passaporto che non scade, che continua a raccontare dove sono stato e dove vado. Una bussola”.

E se abbiamo imparato a conoscere i demoni che schiacciavano il giovane cantautore, perché lui stesso ce li ha raccontati mettendosi a nudo nel documentario Ferro, si comprende bene il percorso complesso che ha seguito il nostro beniamino che a distanza di vent’anni si riguarda e sorride oggi consapevole ma sempre fedele a sé stesso “Quando ascolto questo album mi sento intatto, commosso e invaso dal privilegio di poter essere qui - vent’anni dopo - a parlare ancora di Paola, di Imbranato e di Xdono. E un sorriso ha la meglio”.

È la gratitudine il sentimento che lo pervade sempre e che vuole condividere con i fan che da vent’anni lo seguono, che hanno percorso accompagnati dalle sue canzoni il loro percorso verso l’età adulta e che sicuramente il 26 ottobre seguiranno la diretta Instagram che Tiziano ha annunciato in occasione dell’uscita di una nuova edizione di Rosso Relativo.

Infatti venerdì 29 ottobre uscirà un triplo LP che sarà seguito il 5 dicembre da un triplo CD che celebra il grande successi di Rosso Relativo con le tracce rimasterizzate, e una serie di versioni in spagnolo, francese, inglese e portoghese dei singoli usciti in quel periodo e alcune remixate.

L’appuntamento con Tiziano è dunque per il 26 ottobre su Instagram e dal 29 ottobre in tutti i migliori negozi di dischi e store on line.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rosso Relativo compie 20 anni e Tiziano Ferro ringrazia i fan

LatinaToday è in caricamento