A San Felice Circeo il titolo di “Città della Cultura della Regione Lazio 2019”

Premiato il progetto “Il mare di Circe - Narrazioni e mito” realizzato dal Comune come ente capofila insieme a Ponza e Ventotene

Sarà San Felice Circeo la “Città della Cultura della Regione Lazio 2019”. La Regione Lazio le ha conferito il titolo per un progetto presentato come ente capofila insieme a Ponza e Ventotene. 

“L'atto prende vita dalla legge regionale n. 17 del 2016 che disciplina anche il conferimento annuale del titolo di ‘Citta' della cultura della Regione Lazio’, per il quale sono state stanziate risorse per l'edizione di quest'anno di 100mila euro” spiegano da Roma con una nota. 

“Lo scorso novembre è stata costituita una Commissione per la valutazione delle candidature pervenute per il conferimento del titolo. L'organo ha esaminato le proposte regolarmente pervenute, selezionando i tre progetti finalisti: Palestrina, Cerveteri e San Felice a Circeo i cui proponenti hanno partecipato lo scorso 18 dicembre a un incontro di presentazione pubblica e approfondimento presso la sede della Regione Lazio a Roma” fa sapere ancora la Regione Lazio. 

Successivamente la Commissione ha proceduto alla valutazione definitiva dei tre progetti finalisti con l'indicazione del punteggio e del contributo proposto per ognuno e la successiva aggiudicazione all'aggregazione composta dai Comuni di San Felice Circeo, nella qualità di capofila, di Ponza e Ventotene grazie al progetto “Il mare di Circe - Narrazioni e mito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Aggressione ai paparazzi a Ponza, Belen e Stefano De Martino accusati di rapina

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento