La galleria Spazio Comel festeggia i quattro anni di attività

Nata per onorare la memoria dell'imprenditrice Vanna Migliorin, lo Spazio Comel è diventato punto di riferimento culturale della città di Latina. Il 18 febbraio festeggia i primi quattro anni di intensa attività di promozione d'arte contemporanea

Traguardo importante per l’oasi culturale nel mezzo della movida latinense: la Galleria Spazio Comel celebra proprio il 18 febbraio quattro anni di attività interessanti e di altissima qualità.

Un luogo dedicato all’arte che nasce per onorare la passione e l’amore per la cultura di una donna, Vanna Migliorin, imprenditrice pontina che insieme al marito negli anni ’60 ha creato la CO.ME.L (Commercio Metalli Latina) una fiorente azienda di commercio e lavorazione di semilavorati in alluminio che in circa 40 anni ha raggiunto una posizione di primato nel Lazio e non solo.

Alla morte della compianta Vanna Migliorin, i figli Maria Gabriella e Adriano Mazzola hanno deciso di allestire proprio nel luogo da cui è iniziata l’attività di famiglia, quindi un luogo fatto di cari ricordi, una galleria d’arte, per mettere in pratica tutto ciò in cui la mamma ha sempre creduto ovvero che l’impegno sociale e culturale di un’azienda all’interno della comunità in cui cresce e prospera deve andare di pari passo con l’attività imprenditoriale.

Per questo è nata la galleria Spazio Comel, che in questi quattro anni è diventata un punto di riferimento per artisti e appassionati d’arte, un luogo in cui essere accolti con calore e portati per mano all’interno di tanti universi, quelli degli artisti che sono stati ospitati, seguendo stili, linguaggi, percorsi, riflessioni e temi di diverso genere.

In questi quattro anni la Comel ha organizzato ben 46 esposizioni, tra cui 6 collettive e una serie di eventi collaterali: performance, letture, esibizioni di canto, danza, musica in generale. Ha dato spazio a diverse discipline: pittura, scultura, video arte, fotografia dando ospitalità a giovani artisti emergenti come ad artisti già affermati a livello internazionale. Ogni allestimento è sempre stato curato con amore e passione, libero da falsi intellettualismi, sincero nelle sue intenzioni.
Tra le tante mostre, un traguardo importante è stato sicuramente l’esposizione di alcune opere grafiche inedite di Alberto Burri, organizzata in occasione del centenario dalla nascita dell’artista, evento che ha avuto risonanza nazionale.

Ma i fratelli Mazzola hanno fatto ancora di più, hanno istituito un premio internazionale, intitolandolo alla compianta mamma: il Premio COMEL ‘Vanna Migliorin’ Arte Contemporanea, che promuove l’utilizzo creativo e artistico dell’alluminio e di anno in anno ha ospitato e premiato artisti di grande spessore giunti da tutta Europa.

Oggi, facendo un bilancio di questi quattro anni, non si può che essere felici di quanto realizzato e ottenuto dallo Spazio Comel, uno dei pochi esempi di galleria d’arte che permette la fruizione di opere a titolo totalmente gratuito, che promuove artisti locali e non solo, che a Latina è diventato un punto di riferimento per studiosi, critici d’arte, docenti universitari, artisti, appassionati che contribuiscono attivamente all’organizzazione di mostre ed eventi.

L’augurio per lo Spazio Comel è di continuare ancora a lungo su questa strada, e per la città di Latina è che prolifichino sempre più luoghi come la galleria di via Neghelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

  • Terracina allagata e il maltempo non dà tregua: domani scuole chiuse

Torna su
LatinaToday è in caricamento