Domenica, 24 Ottobre 2021
Cultura

Suck my Blues: l'album “Rebirth” sulle piattaforme digitali dal 28 settembre

A grande richiesta da parte del pubblico, la band pubblicherà in digitale l'ultimo lavoro discografico e successivamente sarà in tournée con la seconda parte del “Rebirth Live Tour 2018”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Rebirth”, il nuovo album dei Suck my Blues, già disponibile in formato fisico, sarà online su tutte le piattaforme digitali dal prossimo 28 settembre. L'album, prodotto da Cafiero e Michele D’Elia, è caratterizzato da un sound “potente”, dall’immediato impatto emozionale, con le radici attecchite nel blues e nel rock per poi giungere a sonorità elettro.

“Rebirth” è un inno alla speranza, un invito a vivere pienamente la vita. La struttura musicale, impreziosita dalla timbrica calda e persuasiva del cantante, conduce l’ascoltatore, dalla prima all’ultima nota, in una dimensione suggestiva. Un percorso sonoro imponente, carico di personalità e sfumature, dal groove profondo, contraddistinto da una grande verve compositiva e da melodie morbide che si uniscono magistralmente a riff robusti e vibranti. Il disco, destinato ad un pubblico internazionale, certifica, oltre all'indiscutibile talento della band, quanto sia attuale ed attraente la dimensione sonora del blues. Il blues è bellezza, narrazione e poesia, ed i Suck my Blues rendono accattivante l'equilibrio tra tradizione ed innovazione.

Cafiero (all'anagrafe Salvatore Cafiero), cantante e chitarrista della band, ha dichiarato: “Rebirth significa rinascita e rappresenta un nuovo inizio, personale e musicale. L’album, realizzato con la notevole forza generata da un grande dolore, nasce dopo l'improvvisa morte di Jessy Maturo, il cantante dei Super Reverb. Quel tragico giorno la storia del gruppo da me fondato, e con il quale ho condiviso gran parte del mio percorso artistico, è finita. Per tale motivo, in questa nuova avventura ho voluto al mio fianco i componenti dei Super Reverb, Tonio Longo (basso) e Filippo Longo (batteria), con l'ingresso di Michele D'Elia (elettro synth). Nel disco è chiaro il ricordo di Jessy, infatti non mancano momenti a lui dedicati. I testi, completamente in lingua inglese, parlano di vita, proprio come il blues, ma in chiave poetica/onirica. Quattro dei brani contenuti nell'album vantano, nella stesura, la collaborazione dell’autore Gianni Montanaro”.

Tracklist “Rebirth”: 1. John The Revelator (Intro); 2. Hysteric And Useless; 3. Madness; 4. Last Night A DJ Saved My Life; 5. Jessy King; 6. Interstellar; 7. Burning; 8. Solitary Man; 9. Suck & Don't Stop; 10. Monday Blues. Alla pubblicazione dell’album in digitale seguirà la seconda parte del “Rebirth Live Tour 2018”, uno show avvincente che durante i vari appuntamenti estivi ha registrato un elevato numero di partecipanti. I Suck my Blues incantano la platea con l'energia della loro musica, con performance virtuosistiche ed uno stile che genera empatia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suck my Blues: l'album “Rebirth” sulle piattaforme digitali dal 28 settembre

LatinaToday è in caricamento