Cultura Cori

Nuova vita per il Teatro Pistilli di Cori: è l’era di MoBilitazioni Artistiche

Nuova gestione del teatro comunale di Cori a cura dell’associazione che da ben dieci anni promuove la cultura a tuttotondo in terra pontina

Un teatro per una città, grande o piccola che sia, è un luogo oltre che di svago e cultura, di concentrazione di sogni, di emozioni, di speranze, di amicizie che nascono o si rinsaldano, di socialità viva. È il luogo dove riflettere, dimenticare una quotidianità grigia, dove imparare, dove divertirsi, dove educare la comunità al Bello, dove fare cultura.

È per questo che la notizia di una grande ristrutturazione, di una riapertura, di una nuova direzione artistica e di una rinnovata programmazione è sempre un’ottima notizia, in particolare in questo periodo in cui i luoghi della cultura sono stati chiusi o aperti solo per poche persone alla volta.

Il Teatro Pistilli di Cori

Un esempio in questo senso è il Teatro Comunale Luigi Pistilli di Cori: riaperto a fine 2017 dopo un’importante ristrutturazione cofinanziata dalla Regione Lazio, che lo ha reso più inclusivo, facilitando l’accesso ai diversamente abili, più sicuro con il rinnovo di tutti gli impianti, e più bello con i nuovi arredi e la valorizzazione di porzioni di mura poligonali sulle quali fu edificata la struttura. Soprattutto il teatro dal 2017 ha avuto un’intitolazione che omaggia Luigi Pistilli, attore che ha collaborato con i maggiori talenti del teatro contemporaneo: da Giorgio Strehler a Giorgio Albertazzi e Anna Proclemer a Giuseppe Patroni Griffi e Dario Fo, senza disdegnare il cinema comparendo in grandi classici del western come “Il buono, il brutto, il cattivo” e “Per qualche dollaro in più” di Sergio Leone, e in altri capolavori di registi del calibro di Lizzani, Corbucci e Montaldo.

La nuova direzione di Mobilitazioni Artistiche

Il teatro Pistilli ha da pochissimo una nuova direzione organizzativa e una nuova direttrice artistica: rispondendo al bando indetto nel corso del 2019-2020, l’Associazione Mobilitazione Artistiche e la presidente Marianna Cozzuto  si sono aggiudicate la gestione del teatro. Ottima notizia perché dei giovani con grande esperienza alle spalle si occuperanno della programmazione dei prossimi anni. Mobilitazioni Artistiche e un’associazione pontina che da ben dieci anni lavora sul territorio promuovendo la cultura in tutte le sue declinazioni: spettacoli teatrali, corsi di formazione, fotografia, lettura, arte, cinema. Una costante attività che ha coinvolto cittadini di tutte le età, che ha trascinato nel mondo delle arti con competenza e passione grandi e piccini, che si appresta oggi a festeggiare il decimo anno di intensa attività mettendosi alla guida un contesto istituzionale. Un’opportunità di crescita, divertimento e aggregazione di cui i coresi e non solo potranno beneficiare.

Stanze, la rassegna autunnale

Tra i primi passi, dopo la fortunata rassegna estiva Molecole, arriva la programmazione autunnale Stanze. “Il mio obiettivo è quello di avvicinare il teatro alle persone – afferma Marianna Cozzutonon certo abbassando il livello culturale ma proprio portare il teatro dove non c'è o è carente. a due passi da casa, nelle piazzette, nei luoghi di aggregazione. Permettendo a tutti, anche chi non ha la possibilità di spostarsi verso la capitale, di godere di una proposta artistica varia, gratificante e che contribuisca al benessere personale e collettivo. Permettere a tutti, fina da bambini di solcare le assi di un vero teatro per familiarizzare con il luogo e imparare ad amarlo. Non pretendiamo di formare solo attori ma anche spettatori consapevoli. I nostri progetti, inoltre si rivolgono anche alla terza età che tanto ha da dare e tanto si nutre di arte. Svolgiamo da qualche anno laboratori teatrali con ultra settantenni che ci hanno dimostrato quanto sia positiva la pratica artistica e quanto ci sia da imparare ad ogni età. Un altro obiettivo importante è il "progetto compagnia" la formazione di un gruppo, in continua formazione, che si dedichi alla realizzazione di spettacoli che siano un ponte con altre realtà teatrali oltre che altre realtà artistiche. Abbiamo già iniziato una serie di collaborazioni con poeti e pittori per ampliare la nostra sensibilità e creare un vero circuito artistico. Sappiamo che questa nuova sfida non sarà facile. Gestire un teatro così piccolo ha molti punti di criticità ma speriamo di investire tutta la cittadinanza di Cori, Cisterna e comuni limitrofi con il nostro entusiasmo e con l'amore verso ogni genere di espressione artistica”.
Dunque dal 1° ottobre il Teatro Pistilli ospiterà una fitta programmazione di eventi: presentazioni di libri, spettacoli teatrali, corsi di formazione, proiezioni cinematografiche. Nelle varie attività saranno coinvolti adulti e bambini e tra impegno, cultura e divertimento si potrà fare un carico di emozioni e positività che in questo periodo è sempre più necessario.

Dopo Matutateatro con il Teatro Comunale di Priverno, un’altra bella realtà associativa che da anni si occupa di cultura ed eventi con passione e competenza, dirige una struttura pubblica. Una tendenza decisamente positiva, che ci fa ben sperare circa il coinvolgimento delle nuove generazioni nel mondo del teatro e della cultura, come pure  sulla qualità degli eventi che si avvicenderanno.  
Un indirizzo che, speriamo, prendano sempre più spesso i teatri pontini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per il Teatro Pistilli di Cori: è l’era di MoBilitazioni Artistiche

LatinaToday è in caricamento