Tendance: a Latina la X edizione

Decima edizione Tendance il festival di danza contemporanea quest’anno dedicato al suo ideatore Thedor Rawyler prematuramente scomparso lo scorso anno.

Un festival che è un momento di incontro, tra artisti e culture, un crocevia, una frontiera in cui si abbatte il confine. Una performance di danza urbana in apertura, spettacoli a Opera prima e due giorni di installazioni, mostre d’arte contemporanea e spettacoli al Madxi, una residenza artistica a Sezze presso il MAT Spazio Teatro e inoltre un Premio e tre incontri in streaming. Il tutto si svolgerà nel rispetto delle norme anti COVID-19.

Un ricco programma di spettacoli che dal 16 al 18 ottobre animeranno la città di Latina in pieno centro, presso il teatro di Opera Prima, presso il Madxi in via Carrara 12  e a Sezze per mostrare al grande pubblico le possibilità espressive della danza e regalare emozioni.

Il programma della manifestazione:

Venerdì 16  ottobre

 ore 18:00 – Piazza del Popolo
Sakura, performance urbana collettiva  

SAKURA
AD OGNI CANCELLO - LA PRIMAVERA COMINICIA - DAL FANGO SUI SANDALI.
ideazione Danila Blasi, Enrica Felici, Giordano Novielli, Francesca Schipani.
Video editing Antonella Mignone e Cristiano Panepuccia
Coordinamento musicale Rodolfo Rossi
coproduzione Festival Tendance/Rosa Shocking – PinDoc

In collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “Ottorino Respighi”, Sooc Coop. Meta
materiale coreografico e performance: Sara Letizia Amendolara, Danila Blasi, Elisa Bottoni, IIaria Bracaglia, Maria Camarda, Livia Caputo, Manuela Cirfera, Sara Croatto, Silvia Croatto, Gianfranca Del Pennino, Enrica Felici, Vilma Galli, Francesca Gambetti, Maria Genovese, Verena Marzuoli, Yari Molinari, Elisabetta Negrosini, Giordano Novielli, Elda Paci, Marianna Parnolfi, Italia Rosati, Francesca Schipani, Marisa Spatolisano, Marika Sperduti, Renata Strozzi, Tiziana Surace, Giorgia Trentin, Marisa Vagnoni, Viviana Vernì, Piera Vertecchi, Maris Vozza
 
Danila Blasi, Giordano Novielli, Enrica Felici, Francesca Schipani, hanno iniziato già da alcuni anni un percorso di lavoro nel campo della Community Dance, al fianco di Theodor Rawyler, grande esperto del settore della danza in ambito sociale. A seguito della sua prematura scomparsa, hanno creduto opportuno continuare a farsi portavoce di un lavoro essenziale, che interviene a favore anche di realtà sociali difficili, nelle quali, proprio la Community Dance, muta in un’enorme risorsa, anche come mezzo di aggregazione all’interno di una comunità. Questo progetto, Sakura, nasce dalla volontà di procedere sulla strada dell’amore per l’altro e dal desiderio di continuare ad essere testimoni del lavoro prezioso di un grande uomo, di un grande amico, di un grande professionista.

ore 20:00 – 20:30 – 21:00 – 21:30 – Operaprima Teatro
Quattro canti –  Giuseppe Muscarello

“Quattro Canti, propriamente detti, sono i quattro apparati decorativi di una piazza ottagonale, all’incrocio dei due principali assi viari di Palermo, che contengono le allegorie dalle quattro stagioni rappresentate da Eolo, Venere, Cerere e Bacco.
Durante questo tempo inaspettato, che sicuramente ha creato una cesura temporale tra un prima e un dopo, mi sono trovato in un’atmosfera surreale al centro di questa piazza deserta, ho immaginato le quattro divinità danzanti.Mi ha stimolato molto l’idea di interpretare io le quattro divinità, affidando al movimento la narrazione cercando di portare lo spettatore in quel luogo allegorico attraverso l’intangibile delle suggestioni.”


Sabato 17 ottobre

ore 18:00 – 19:30 – 21:00 – Museo Contemporaneo Madxi
Space oddity / Sara Sguotti

SPACE ODDITY è una performance che nasce per il pubblico.
Vive della relazione con lo spazio, il tempo e le persone che decidono
di esporsi. È movimento e si ispira a tutto quello che è il contorno creando infinite relazioni, partendo dall’estetica del luogo e arrivando all’intimo dell’individuo, legando ciò che è lontano con ciò che è vicino, creando connessioni invisibili che vivono soltanto dell’immaginazione del io. È permessa grazie allo studio del luogo ed è limitata da un tempo che io chiamo “i cinque minuti di gloria della solitudine”, questo è dettato da una clessidra che determinerà il crearsi e lo svanire delle relazioni.
Il necessario atteggiamento è la sincerità.

ore 18:30 – 20:00 – 21:30 – Museo Contemporaneo Madxi
Who is Joseph? / Davide Valrosso – Anghiari Dance Hub

Un corpo senza volto, attento e fragile, debole e consapevole, forte e incerto, muta la propria essenza in una serie di figure gestuali capaci di evocare immagini visive ispirate da eventi storici. Joseph nasce dall’urgente desiderio di interrogarsi, ponendo domande che diventano gesti, a volte simbolici, a volte liberamente intagliati nell’armonia di una danza, cercando di dar voce a quel vivido silenzio che fa da sottofondo alla nostra contemporaneità. In un percorso dal conflitto alla resilienza, il gesto, alla stregua dell’eco che si diffonde in seguito a un forte urlo, si propaga nello spazio per porre mille e mille domande. Joseph scolpisce sul suo corpo l’iconicità di un tempo alla deriva, scalfito da un passato da interrogare, sviscerare, da provare a reindossare per sentire sulla propria pelle il vigore del conflitto che si fa accoglienza, del confine che diventa resistenza, del naufragio che si muta in resilienza.

ore 19:00 – 20:30 – 22:00 – Museo Contemporaneo Madxi
Unknown woman / Spellbound Contemporary Ballet

Unknown Woman è un racconto serio ed immaginario allo stesso tempo, è un raccoglitore di memorie e di pensieri di quello che è accaduto con un’ artista importante in 20 anni di collaborazione e di condivisione. Io e lei abituati in questi 20 anni a raccontarci alcune cose segrete attraverso dei movimenti, dei portatori sani di verità, una rubrica disordinata dove ho dovuto leggere e rileggere appunti per capire la donna e l’artista.

Domenica 18 ottobre

ore 15,00 – Museo Contemporaneo Madxi
Trasmissioni_modelli e sperimentazioni tra verticalità e orizzontalità
incontro a cura di Danila Blasi e Roberta Nicolai, in collaborazione con Teatri di Vetro
intervengono: Anna Albertarelli, Fernando Battista, Paola Bianchi

ore 18:00 – 19:30 – 21:00 – Museo Contemporaneo Madxi
Lute Excerpt / Fabrizio Favale – Le Supplici

Lute è lo scintillare della brace in un antico dialetto italico. Quell’enigmatico scintillare che tanto ipnotizza in geometrie evanescenti. Come se fosse la pulsazione di un codice tanto alieno quanto universale. Come i linguaggi che non comprendiamo ma che ci catturano come in sogno: lo straniero, tutti gli animali, le piante, i minerali. Che ci lascia interdetti e innamorati come se fosse il dire di tutte le cose.

ore 18:30 – 20:00 – 21:30 – Museo Contemporaneo Madxi
NRG / Paola Bianchi

NRG nasce da un’immersione emotiva negli archivi retinico-mnemonici di una quarantina di persone alle quali Paola Bianchi ha chiesto quali fossero le immagini pubbliche impresse nella loro memoria visiva. Ogni immagine è entrata nel suo corpo modificandone le posture e le tensioni fino a generare nuovi stati del corpo. Incentrato sulle trasformazioni del corpo, NRG pone particolare attenzione all’anatomia e alla vicinanza dello sguardo. Una coreografia di pelle, una poetica del corpo muto.

ore 19:00 – 20:30 – 22:00 – Museo Contemporaneo Madxi
Manbuhsa / Pablo Girolami – Dancehouspiù - Vincitore Premio Twain_direzioniAltre 2019

Manbuhsa è stato creato immaginando due ragazzini che giocano in una risaia. Incentivata dal fascino per le civiltà estere e forgiata sui ritmi della musica, una relazione si crea tra i danzatori. Attraverso i movimenti, uno spinge l’altro alla scoperta del suo istinto naturale. Un cammino vibrante di inconsapevoli emozioni, innocenza e giocosità.

17 e 18 ottobre

ore 17:30 – 19:00 – 20:30 – Museo Contemporaneo Madxi
Aporie – videodiario / Dehors Audela

Aporie è il primo risultato del nostro studio sull'esitazione come condizione pisco-fisica, come attitudine che si oppone all'arroganza del sapere sempre cosa dire, cosa fare, dove andare. Il termine aporia (Aπορία), un concetto caro alla filosofia greca, indica l'impossibilità di dare una risposta precisa ad un problema. In un tempo in cui la possibilità di esercitare il dubbio è stata compressa e la retorica del parlar chiaro sembra lasciare aperte solo due possibilità: dire sì, oppure dire no, con APORIE vorremmo invece investigare il momento in cui si resta arenati, impigliati nel “frattempo”, nella biforcazione. Aporie è uno studio che, a partire dall'esitazione, prova ad inventare nuovi spazi e luoghi di sospensione temporale.

dalle ore 17:30 alle ore 22:30 – Museo Contemporaneo Madxi
Videoinstallazione: “Archivi di posture” di Paola Bianchi
concept Paola Bianchi
montaggio video Paola Bianchi
produzione PinDoc
con il contributo di Mibac e Regione Sicilia

ARCHIVI DI POSTURE è un dispositivo digitale nato in emergenza il 7 marzo 2020, quando le “zone rosse” erano ancora circoscritte a poche parti d’Italia ma i teatri e i luoghi della cultura già chiusi. Quel giorno ho lanciato una chiamata pubblica sui social chiedendo di sostenere la mia ricerca intorno alla trasmissione di archivi di posture attraverso la parola descrittiva, ricerca che sto portando avanti da più di un anno. Il sostegno consisteva nella partecipazione attiva al progetto, e la partecipazione è stata molto numerosa. In pochi giorni ho ricevuto più di 150 adesioni dall’Italia e dall’estero, da professionisti/e della danza e non, di età compresa tra i 5 e i 90 anni.


Videoinstallazione
4 Canti  
Un progetto video di Giuseppe Muscarello
(video istallazione)
concept e danza Giuseppe Muscarello
camera operator/editor Bernando Giannone
Produzione Muxarte/PinDoc in collaborazione con Spazio Franco

4Canti è un progetto ampio nel suo percorso prevede varie tappe: una videoistallazione, un corto di videodanza e, per finire, un video di virtual reality. In un’atmosfera surreale al centro di questa piazza deserta, ho immaginato le quattro divinità divenire danzanti. Quattro canti per quattro codici di movimento che fanno affiorare l'identità di ogni divinità, portando lo spettatore in un luogo allegorico attraverso l’intangibile delle suggestioni.

Mostra fotografica “La mia pelle è teatro” a cura di Paola Bianchi, Alessandra Cristiani, Silvia
Gribaudi e BriDiTanno, una coproduzione Festival Inequilibrio/Armunia, Festival Tendance/Rosa Shocking, Festival Teatri di Vetro/Teatri di Vetro
concept Alessandra Cristiani, Paola Bianchi, Silvia Gribaudi
progetto grafico BrìDiTanno
con il sostegno di Tendance, Teatri di Vetro, Armunia / Festival Inequilibrio

LA MIA PELLE È TEATRO è un gesto politico poetico, una azione corale nata durante i mesi di assenza forzata dalla pratica della scena. Un pensiero scaturito dall’io corpo recluso, disinnescato, addomesticato, maltrattato. Nella voragine della sua più grande fragilità il corpo ha determinato un desiderio creativo, ha ricordato alla materialità imperante di regole, divieti civili e politici, all’ossessione verso il mercato e il denaro, la forza corrosiva di tante voci interiori.

Mostra di arte contemporanea  “Art&dance”, a cura di Carmela Anastasia e Fabio D'Achille
espongono: Gabriele Casale, Alessandra Chicarella, Anja Kunze, Carlo Marchetti, Cruciano Nasca, Mauro Zazzarini (la mostra rimarrà visitabile fino al 30/10/2020)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Piccoli Comuni si Raccontano: spettacoli e musica in tutta la provincia

    • Gratis
    • dal 4 al 31 ottobre 2020
    • vari comuni pontini
  • Famiglie a Teatro: la settima edizione al Costa di Sezze

    • dal 25 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Auditorium Mario Costa

I più visti

  • Look Book a Cisterna

    • Gratis
    • dal 3 al 30 ottobre 2020
    • Palazzo Caetani
  • Visite guidate al Parco Archeologico di Privernum

    • dal 3 al 31 ottobre 2020
    • Parco Archeologico Privernum
  • Libri alla Loggia: la rassegna letteraria a Sermoneta

    • Gratis
    • dal 16 al 31 ottobre 2020
    • Loggia dei mercanti
  • Piranesi a Cori: la città celebra i 300 anni dalla sua nascita

    • dal 17 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo della Città e del Territorio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LatinaToday è in caricamento