Comuni ricicloni, fra i più virtuosi c'è Maenza. Legambiente premia anche Sabaudia

Sono 9 i comuni del Lazio che hanno raccolto i risultati migliori secondo la classifica presentata all’Ecoforum. Si tratta di territori che hanno superato la soglia il 65% di raccolta differenziata

Sono 9 i comuni “ricicloni” del Lazio secondo i dati raccolti e la classifica di Legambiente presentata all’Ecoforum di Roma. Si tratta di territori che hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata per produzione procapite di rifiuto secco residuo. Ai primi tre posti Sant’Ambrogio sul Garigliano, in provincia di Frosinone; Colle San Magno, anche questo in provincia di Frosinone; Oriolo Romano, in provincia di Viterbo. Ma fra i 9 virtuosi compare anche un comune della provincia di Latina. E’ Maenza, al settimo posto, con 3.300 abitanti, una differenziata pari al 66,1% e una produzione procapite di rifiuto residuo di 75.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono poi state conferite 3 menzioni speciali ad altrettante amministrazioni per la qualità e le buone pratiche nella raccolta di alcune frazioni specifiche. Tra queste figura Sabaudia per carta e cartone, Sora per il vetro e Genzano di Roma per l'alluminio.

"Siamo molto felici di raccontare quello che alcuni comuni stanno realizzando sulla raccolta dei rifiuti - dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - ma sono ancora troppo poche le esperienze da premiare nella nostra regione; questo premio è quindi da una parte il giusto riconoscimento a chi sta facendo così bene sui territori, dall'altra uno stimolo e un ammonimento a tutti quelli che non stanno lavorando bene, verso l'economia circolare e i rifiuti zero. Alla Regione Lazio invece, va un plauso per aver istituito la tariffa puntuale per legge, uno strumento indispensabile per far vincere il principio -chi inquina paga- e definito con il documento sul fabbisogno impiantistico per il trattamento dei rifiuti, un tracciato utile a trasformarne i rifiuti in risorsa; d'altro canto chiediamo con forza che l'istituzione regionale spinga i Comuni ad attuazione la tariffa puntuale concretizzando tale strumento e definisca il Piano Regionale Rifiuti, quale strumento che sappia tracciare il solco dell'economia Circolare nel Lazio. Torneremo a premiare le buone pratiche, approfondendo ulteriormente quanto di buono sta accadendo, con l'edizione regionale di Comuni Ricicloni del prossimo autunno al quale chiediamo a tutti o comuni di aderire". 

Legambiente Lazio infatti, in collaborazione con la Regione, sta programmando la seconda edizione di Comuni Ricicloni del Lazio che si concluderà a novembre prossimo, per il quale stanno per arrivare le richieste di dati a tutti i 378 comuni del Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento