menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comuni rinnovabili, bene il Lazio: a Latina cresce il fotovoltaico

La fotografia scattata da Legambiente con il tradizionale report parla del 64% dei comuni della regione con almeno un impianto da fonti rinnovabili; Latina tra le prime tre città

In 355 Comuni del Lazio, ossia praticamente tutti (94%), c'è almeno un impianto da fonti rinnovabili e in ben 48 si produce da fonti rinnovabili più energia elettrica di quella necessaria alle famiglie residenti.

Importanti numeri nella nostra regione sul fronte energetico e di tutela dell’ambiente; continua, infatti, la corsa del fotovoltaico nel Lazio con 865 MW installati a fine 2011 rispetto ai 213 MW dell'anno precedente e ai 60 MW del 2009.

Sono confortanti i dati diffusi da Legambiente nel rapporto “Comuni rinnovabili 2012” presentato a Roma ed elaborato in base ai risultati del questionario rivolto ai Comuni, agli studi e ai rapporti di Gse, Enea, Fiper, Anev e alle informazioni di Regioni, Province ed aziende.

Rincuora la fotografia della nostra regione che viene fuori da un report che rimarca una posizione stabile per l'idroelettrico che tiene testa nel panorama delle energie pulite con 678 MW totali prodotti nel Lazio; ma sono buoni anche i primi dati, ancora parziali, sul solare termico con 24.838 metri quadri complessivi di pannelli installati in 291 comuni e qualcosa pure si muove sull'eolico (passato da 17,2 a 51 MW). Il geotermico continua ad essere il fanalino di coda, contribuendo al fabbisogno energetico regionale con 100 kWt all'anno.

Con impianti diffusi in ben 348 Comuni (su 378), il fotovoltaico nel Lazio tiene la sua rotta positiva. I comuni con la più alta diffusione di impianti fotovoltaici sono, in termini assoluti, Montalto di Castro (con quasi 140.000 MW), Roma (83.000 MW) e Latina (60.000 MW), ma considerando la diffusione in relazione al numero di abitanti il primo della classe è Cellere (7.500 MW), seguito da San Lorenzo Nuovo (5.800 MW) e Onano (oltre 2.000 MW).

CRISTIANA AVENALI, DIRETTRICE DI LEGAMBIENTE LAZIO - “Le rinnovabili crescono in modo incredibilmente veloce, costituiscono ormai una fonte energetica di primo piano, al pari e più delle fonti fossili costose e inquinanti, bisogna aiutare i cittadini e le imprese che scelgono le fonti pulite, applicando subito il regolamento regionale approvato dopo tanto tempo, che dovrà rendere operativi gli obblighi per il fotovoltaico e il solare termico in edilizia” dichiara Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio.

“Nel Lazio si possono sfruttare meglio tutte le risorse, c'è spazio per il mini eolico nelle aziende agricole ad esempio, ma anche per impianti geotermici e pompe di calore. Servono molto buone politiche pubbliche, per questo oggi premiamo il bando della Provincia di Roma per il fotovoltaico sui tetti delle scuole, che ha già portato a realizzare oltre duecento piccoli impianti, sperando sia da stimolo per molti altri”.

“Anche il coinvolgimento dei cittadini è fondamentale, Legambiente Lazio sta costituendo Gruppi di Acquisto Solare per abbattere i costi di acquisto e di installazione di impianti solari ai quali tutti si possono iscrivere , ed è sempre attivo il progetto eternit free, per sostituire tetti di amianto con pannelli solari. Ad oggi sono 10.200 mq le coperture in fase di analisi di fattibilità o richiesta di autorizzazione per i GAS e 25.945 mq le coperture, sulle oltre 104.700 mq segnalate, in fase di analisi di fattibilità o di realizzazione per le sostituzioni di tetti in eternit.”

LORENZO PARLATI, PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE LAZIO - “La diffusione delle rinnovabili nel Lazio è enorme, quasi tutti i Comuni hanno almeno un impianto fotovoltaico, la produzione energetica distribuita nel territorio è la risposta sicura e praticabile al nucleare e alle fonti fossili inquinanti –afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Come afferma la CNA, centinaia di piccole medie imprese hanno investito in formazione e innovazione diventando il vero motore in questo settore, un tessuto di cittadini e aziende al quale devono essere assicurate certezze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento