Eco Compattatori da Carrefour, bottiglie riciclate in cambio di buoni spesa

Grande successo per l’iniziativa avviata da poco più di un mese nei tre punti vendita di Latina: oltre 60 mila bottiglie riciclate e 3000 euro di buoni spesa erogati per i clienti

Oltre 60 mila bottiglie riciclate e 3000 euro di buoni spesa erogati per i clienti: sono i numeri del progetto Eco Compattatori per i punti vendita di Carrefour di Latina e provincia, gestiti dalla famiglia Cassandra che, partito poco più di un mese fa ha già riscosso grande successo.

Una iniziativa che punta a sensibilizzare su tematiche come il riciclo e che premia i clienti con dei buoni sconto. Gli eco compattatori utilizzati per questa iniziativa si trovano al momento presso tre punti vendita di Latina:
Via Epitaffio n.8
Via del Lido n.122
Via del Lido n.23 (nuovo punto vendita inaugurato il 3.6.2015).

“Il meccanismo è molto semplice - viene spiegato in una nota -, basta inserire le bottiglie vuote nelle apposite fessure degli eco compattatori e si ricevono subito 5 centesimi di sconto per ogni bottiglia riciclata. Riciclando quindi si potrà risparmiare sulla spesa:
    -    Con 20 bottiglie un buono sconto di euro 1.00, su una spesa minima di 10 euro
    -    Con 40 bottiglie un buono sconto di euro 20.00, su una spesa minima di 20 euro
    -    Con 60 bottiglie uno sconto di euro 3.00, su una spesa minima di euro 30 euro”

“Sono già tante le persone che portano le loro bottiglie di plastica all’eco compattatori e visto il successo ottenuto da questa attività, prevediamo di ampliare questa iniziativa ad altri punti vendita: Capograssa, Pontinia e San Felice” afferma Manuel Cassandra, promotore dell’iniziativa.

“Questa è la prima di altre attività green che i supermercati Carrefour attiveranno sul nostro territorio, per avere un ambiente migliore ed incentivare la popolazione al riciclo” conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento