rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Meteo

Nuova ondata di caldo africano alle porte: attesi giorni roventi, afa anche di notte

Da giovedì e nei giorni successivi tornerà l'anticiclone africano e con esso torna la canicola; temperature in rialzo anche nella provincia di Latina; il picco atteso tra la fine della settimana e l’inizio della prossima. Quanto durerà?

”Da giovedì e nei giorni successivi tornerà ad interessarci l'anticiclone africano e con esso torna la canicola ad arroventare le nostre già assetate terre”: a parlare il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che fa una previsione per i prossimi giorni quando il caldo e l’afa torneranno a farla da padroni anche nella provincia di Latina. 

“L'intensificazione del caldo sarà progressiva ma inesorabile a partire da Nordovest e versante tirrenico ma successivamente su tutta la Penisola, pur con i picchi maggiori soprattutto al Nord e sulle regioni tirreniche (almeno in una prima fase). Già entro venerdì registreremo punte di 36-38°C sulle aree interne specie di Toscana, Lazio, poi Umbria, pianura padana, foggiano ed entroterra sardo. Tuttavia il prossimo weekend non sono da escludersi punte di 38-40°C sulle zone interne non solo del Centrosud e isole maggiori, ma anche in pianura padana. Questo per una concomitanza di fattori: aria decisamente calda in arrivo in quota, effetto di subsidenza dell'alta pressione, ovvero compressione dell'aria dall'alto verso il basso, aridità dei terreni con umidità relativa bassa (e quindi favorite temperature più elevate) e localmente anche l'effetto dei venti di caduta alpini e appenninici. Lungo i settori costieri la canicola verrà smorzata dalle brezze marine, tuttavia qui i maggiori tassi di umidità renderanno il caldo più afoso e quindi meno sopportabile.”

Quando il picco di caldo e quanto durerà 

Ma quando è previsto il picco di questa nuova ondata di caldo e quanto durerà? “Secondo le ultime proiezioni l'acuto di questa ennesima ondata di caldo africano potrebbe concretizzarsi nella prima parte della prossima settimana - aggiunge Ferrara -, quando non sono escluse punte locali notevoli, talora superiori ai 39-40°C. Il caldo africano non mollerà la presa almeno sino al 20 luglio. A seguire si apre un ventaglio di possibilità ancora tutte da valutare, ma non è escluso uno smorzamento quantomeno parziale della canicola con arrivo di qualche temporale in più a partire da Nord. Seguiranno importanti aggiornamenti in merito” assicura il meteorologo di 3bmeteo.com.

Meteo Lazio: le previsioni

Gli effetti del rinforzo dell’alta pressione non tarderanno a farsi sentire anche nel Lazio: "nel corso del weekend - aggiungono gli esperti - le massime si attesteranno fino a 34-36°C a Roma, Latina e Frosinone, mentre i litorali tirrenici si attesteranno mediamente tra i 29 e i 31°C in presenza delle brezze marine. Giorno dopo giorno, il caldo e l’afa si faranno sempre più opprimenti anche durante le ore serali, specie nella aree urbane più densamente edificate, per effetto combinato delle isole di calore e del crescente ristagno di umidità. Nei quartieri più densamente antropizzati della Capitale, domenica si potranno ancora registrare temperature di 30-31°C alle ore 20 e fino a 26-28°C a mezzanotte. Contestualmente aumenteranno le temperature minime notturne, non inferiori alla soglia dei 23-24°C neppure in prossimità dell'alba, tanto in città quanto lungo la costa: si tratta di valori termo-igrometrici pienamente assimilabili a quelli delle aree tropicali e correlati a indici di elevato disagio bioclimatico".

Caldo intenso, quanto durerà?

Secondo le ultime proiezioni di 3bmeteo.com, "l'anticiclone subtropicale dominerà a lungo lo scenario meteorologico del Mediterraneo. Le cause vanno ricercate nell’assetto ormai persistente della circolazione atmosferica a scala emisferica, contraddistinta da reiterati affondi depressionari tra il Portogallo e il vicino Atlantico e, di risposta, dall’afflusso di torride correnti di matrice sahariana verso la nostra Penisola. Il picco massimo d'intensità del caldo potrebbe concretizzarsi tra il 20 e il 22 luglio con punte di 38-39°C a Roma e più in generale nelle valli interne; la canicola, tuttavia, potrebbe protrarsi ancora oltre, per tutto l'arco della prossima settimana, estremizzando siccità, rischio incendi, inquinamento e anomalie termiche. Faranno eccezione solo isolati acquazzoni pomeridiani in formazione nelle aree interne a ridosso dell’Appennino, estremamente localizzati nello spazio e nel tempo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova ondata di caldo africano alle porte: attesi giorni roventi, afa anche di notte

LatinaToday è in caricamento