rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

Acqua, distacchi ai morosi e restituzione mutui ai Comuni: modifiche al regolamento

Approvate nel corso della Conferenza dei Sindaci dell'Ato4 le due proposte avanzate dai Comuni di Latina, Aprilia, Bassiano e Nettuno: "una svolta ed una inversione di rotta a favore dell'interesse del bene comune dei cittadini e non dell'interesse privato dei pochi"

Un’importante seduta quella di ieri della Conferenza dei Sindaci dell’Ato4 convocata dal presidente della Provincia, Eleonora della Penna, con all’ordine del giorno lo Schema Regolatorio Tariffario 2016-2019, Approvazione Schema di convenzione di gestione del S.I.I.

Ma quattro sono stati i punti affrontati nel corso della riunione: uno studio di fattibilità per la ripubblicizzazione del servizio idrico e per la revisione della proposta tariffaria in linea con le direttive dei sindaci che puntano ad un abbassamento dei costi a carico dell’utenza; richiesta di dimissioni dei rappresentanti di parte pubblica del Cda di Acqualatina; modifiche al regolamento idrico relativo alla riduzione o sospensione del servizio idrico agli utenti morosi con una apposita misura tesa a tutelare e garantire l’utilizzo dell’acqua nelle situazioni in cui vengono accertate esigenze legate a problemi di salute, difficoltà o indigenza; restituzione dei mutui ai Comuni da parte di Acqualatina sui beni comunali affidati al gestore. 

I sindaci dei Comuni di Latina, di Aprilia, di Bassiano, di Nettuno, infatti, avevano chiesto l’integrazione dell’ordine del giorno di due proposte di deliberazione: 1. Modifiche al Regolamento del Servizio Idrico Integrato, art. 17 (Riduzione o sospensione somministrazione), art. 18 (clausola risolutiva espressa). Determinazioni; 2. Restituzione Mutui sui beni comunali affidati al Gestore. 

“Dopo una lunga e concitata discussione dei punti all’ordine del giorno - si legge in una nota dell’amministrazione di Bassiano -, finalmente la Conferenza dei Sindaci ha imboccato la linea intrapresa ormai anni or sono dal Comune di Bassiano ed ha votato la suddetta proposta di modifica al regolamento a favore e tutela dei cittadini utenti nei confronti del gestore privato Acqualatina. La modifica riguarda le modalità di stacco dell’utenza morosa operata sinora arbitrariamente dal gestore senza riguardo delle situazioni di disagio dell’utente. Divieto, quindi, di stacco arbitrario se non in presenza di una pronuncia del giudice”.

Approvata, inoltre, la deliberazione proposta sempre dai quattro sindaci relativa “alla restituzione dei mutui da parte del gestore ai Comuni titolari delle reti e dei mutui stessi; restituzione mai effettuata dal gestore a danno dei comuni che ne hanno avuto danni all’equilibrio dei propri bilanci”. 

Le proposte sono state approvate all’unanimità dei presenti e “segnano - commenta l’amministrazione di Bassiano -, indubbiamente, una svolta ed una inversione di rotta a favore dell’interesse del bene comune dei cittadini e non dell’interesse privato dei pochi.

Grande soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa dai 4 primi cittadini che !auspicano un prosieguo della lotta per la ripubblicizzazione del servizio idrico con la collaborazione di tutti i sindaci della provincia!.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua, distacchi ai morosi e restituzione mutui ai Comuni: modifiche al regolamento

LatinaToday è in caricamento