Politica

Acqualatina, i sindaci confermano i membri del Consiglio di Amministrazione

Confermati anche i componenti del Collegio sindacale. I primi cittadini: “Scelta di continuità in funzione del bene comune”. Approvato anche il bilancio di Acqualatina che chiude con un utile di 7,7 milioni di euro

C’è stata nella giornata di ieri, lunedì 28 giugno, l’Assemblea dei Soci di Acqualatina, con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio e il rinnovo delle cariche societarie.

In apertura di lavori, l’Assemblea ha approvato il bilancio, che chiude con un utile di 7,7 milioni di euro, confermando, spiegano dalla stessa Acqualatina, “il trend positivo della società dal punto di vista economico, nonostante il difficile periodo storico abbia influito sull’equilibrio finanziario, con un’ulteriore crescita dei crediti nei confronti degli utenti”.

Per quanto riguarda il rinnovo delle cariche societarie, l’Assemblea ha poi confermato all’unanimità Michele Lauriola, Alessandro Cerilli e Rossella Rotondo come membri di parte pubblica del nuovo Consiglio di Amministrazione, e Marco Lombardi ed Ezio Zani come esponenti della compagine industriale. Confermati anche i membri del Collegio Sindacale: Luigi Ganelli, Sebastiano Bolla Pittaluga e Giorgia Nesi.

Nel rispetto delle misure di sicurezza sanitarie e logistiche, l’Assemblea odierna si è svolta in presenza, in una location d’eccezione: i nuovi locali che Acqualatina sta realizzando nei pressi della sede centrale. “Spazi che ospiteranno il nuovo sportello al pubblico e una innovativa control room, che garantirà la gestione in tempo reale, via telecontrollo e satellite, di tutti gli impianti e delle squadre tecniche dislocate sul territorio”.

La nota dei sindaci

Una nota congiunta è stata invita dai sindaci al termine dell’Assemblea e dopo il rinnovo delle cariche. “Pur apprezzando e ringraziando coloro che si erano candidati per questi ruoli - si legge -, abbiamo deciso di lanciare un segnale di compattezza da parte della politica rinnovando fiducia ai componenti uscenti dei due organismi che, come tutti d’altronde, hanno affrontato con serietà e abnegazione il difficilissimo periodo della pandemia. Ci sono dei momenti, infatti, in cui la politica deve trovare una convergenza in funzione del buon senso e del bene comune. Abbiamo volutamente evitato qualsiasi situazione di voto facendo tutti un passo in avanti in favore di una scelta di continuità. Una scelta che, ci teniamo a sottolinearlo, non ha né vinti, né vincitori ma che vuole accendere un faro sul valore dell’unità che la politica ha il dovere di ritrovare nel perseguimento del bene collettivo, soprattutto in questo periodo storico. Come Sindaci, dunque, abbiamo voluto dare un segnale di profonda attenzione e sensibilità verso le comunità che ognuno di noi rappresenta e questo è l’aspetto più importante che auspichiamo possa emergere da questa nostra decisione”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqualatina, i sindaci confermano i membri del Consiglio di Amministrazione

LatinaToday è in caricamento