Acqua pubblica, il presidente della Provincia Della Penna convoca i sindaci dell’Ato4

L'incontro fissato per l'11 luglio prossimo; si discuterà del delicato tema della ripubblicizzazione del servizio idrico, come anche del bilancio di Acqualatina e delle tariffe

Il presidente della Provincia, Eleonora Della Penna

Sarà un incontro per parlare anche del tema del ritorno alla gestione pubblica del servizio idrico, quello voluto dal presidente della Provincia Eleonora Della Penna che per l’11 luglio prossimo alle 17 presso l’Ente di via Costa, ha convocato i sindaci dell’Ato4.

“L’incontro - si legge in una nota - servirà per fare il punto sugli argomenti all’ordine del giorno della Conferenza dei sindaci (la data verrà definita nei prossimi giorni) e rappresenterà anche un momento di confronto sul bilancio che il gestore del servizio idrico ha presentato nella recente assemblea dei soci poi aggiornata su richiesta di alcuni sindaci. 

Il presidente ha inoltre intenzione di affrontare il delicato tema della ripubblicizzazione del servizio idrico, anche alla luce delle numerose richieste di incontro avanzate alla Regione Lazio in virtù della posizione di Acea circa l’acquisizione delle quote del gruppo Voelia, socio privato di Acqualatina”.

“Da mesi – afferma il presidente della Provincia Eleonora Della Penna - abbiamo iniziato un percorso di confronto che ci ha portato a chiedere al gestore di posticipare ogni trattativa relativa alla vendita delle quote proprio per consentire al plenum dell’assemblea dei soci di ricostituirsi a seguito dell’esito delle recenti elezioni. Ormai l’assemblea di Acqualatina opera con pieni poteri e questo non può che essere un elemento di garanzia per i sindaci dell’Ato 4. 

A questo punto siamo in condizioni di discutere in maniera più concreta della delicata questione della ripubblicizzazione del servizio idrico che deve diventare elemento centrale dell’azione delle amministrazioni locali nella loro veste di soci di Acqualatina. 

A tal proposito, come ho avuto modo di spiegare in altre occasioni, la Regione Lazio deve fare la propria parte chiarendo la propria posizione e definendo lo stato del fondo di ripubblicizzazione del servizio idrico, in linea con la volontà referendaria. E’ infatti evidente - prosegue il presidente della Provincia -, visto il momento di difficoltà che gli enti locali e la Provincia stanno vivendo, che qualsiasi operazione finanziaria di ripubblicizzazione dovrebbe comunque avere il sostegno della Regione Lazio proprio per l’impegno economico che questa comporterebbe. I sindaci sono pronti, come già accaduto nella recente assemblea dei soci di Acqualatina, a costruire una linea comune di dialogo. 

Linea che, sono certa, porterà alla più ampia condivisione di ogni strategia da intraprendere sul futuro del servizio idrico e quindi dello stesso gestore sia sul piano degli assetti societari che gestionale, con l’intento primario di garantire trasparenza e di gravare il meno possibile sulle tasche dei contribuenti con costi e tariffe davvero sostenibili. 

Questi i temi che ritengo essenziali, anche nella veste di sindaco, e che - conclude Della Penna - saranno oggetto del mio personale contributo nel corso degli incontri che precedono l’assemblea dei sindaci e quella di Acqualatina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento