Mercoledì, 17 Luglio 2024
In Comune

Escalation di violenza tra giovanissimi: è botta e risposta tra Fiore e Valletta

La consigliera comunale del Pd replica alle parole del capogruppo della Lega sul tema della sicurezza in centro: “L’esercizio del diritto genera reazioni scomposte. Il suo nervosismo sintomo d’isolamento”

E’ botta e risposta tra maggioranza e opposizione sul tema della sicurezza. A fomentare il confronto la consigliera del Pd Daniela Fiore e il capogruppo della Lega Vincenzo Valletta dopo che la prima ha presentato una interrogazione a risposta scritta alla sindaca Matilde Celentano a seguito dell’escalation di violenza tra i giovanissimi e le aggressioni che sempre più spesso vedo coinvolti in centro anche minorenni. 

Valletta aveva invitato Fiore a evitare “strumentalizzaizoni politiche” su un tema come questo ricordando una mozione presentata dal suo stesso partito e dall’Udc che sarà discussa nel corso del prossimo Consiglio comunale. “Prendo atto con stupore della replica di Valletta alla legittima interrogazione sulla sicurezza in centro - ha replicato ancora Fiore -. Ritengo inaccettabile l’assunto che condividere un contenuto equivalga a strumentalizzarlo. La mia interrogazione, puntuale e priva di qualsiasi accenno polemico, rappresenta semplicemente l’esercizio di un sacrosanto diritto di una consigliera comunale: quello di chiedere informazioni e sollecitare soluzioni a un problema sentito dai cittadini”.

“Se avessi voluto strumentalizzare la situazione, - sottolinea la consigliera dem - avrei senza dubbio adottato metodi ben diversi. Il nervosismo di Valletta è, a mio parere, sintomo di una mancanza di argomenti validi. Il suo atteggiamento di livore e di continua polemica non solo squalifica il dibattito politico, ma anche le istituzioni stesse. L’unico atteggiamento disfattista è quello del consigliere del centrodestra, che appare isolato all’interno della sua stessa maggioranza. Probabilmente proprio questo isolamento è la causa dell’eccessivo nervosismo. Sono pronta a confrontarmi con chiunque, nel rispetto reciproco e con la serietà che il tema della sicurezza richiede. La mia visione della società e la mia cultura, diametralmente opposte a quelle di Valletta, mi spingono a cercare soluzioni concrete ai problemi dei cittadini, non a perdermi in inutili polemiche. Nessuna strumentalizzazione - conclude Fiore -, solo impegno concreto per la sicurezza di Latina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escalation di violenza tra giovanissimi: è botta e risposta tra Fiore e Valletta
LatinaToday è in caricamento