Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Aprilia, Apl presenta Mille Patrie per Salvini con Biagio Cacciola

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Si è svolta nei locali del Delirium Café di Aprilia, la conferenza organizzata da APL dal titolo "Tornare padroni di casa nostra" che doveva servire come presentazione ufficiale sul territorio di "Mille Patrie per Salvini", coordinamento nazionale legato al leader leghista.

Ciò ha inizialmente lasciato spazio a un intervento del segretario Emanuele Campilongo, che partendo dalla "querelle" nazionale sulla presunta candidatura dello scrittore Pietrangelo Buttafuoco alla Presidenza della Sicilia, ha auspicato la candidatura a Sindaco di Latina del professor Biagio Cacciola. Il fatto sostanzialmente nuovo nel panorama politico, è che una forza politica periferica come APL indichi la via a tutti quei movimenti e cittadini del Capoluogo, che si ritrovano nell'Area Identitaria, consigliando la candidatura di un personaggio dalla caratura politico culturale al di sopra di ogni dubbio.

Campilongo ha nel prosieguo sottolineato come la forza del progetto di APL/Mille Patrie sta proprio nelle salde radici sul territorio e sulla necessità di far riguadagnare ad esso e ai suoi cittadini un adeguato potere decisionale, tutto ciò in contrapposizione con le criminali politiche messe in atto dagli organismi europei, nazionali e regionali.

Passando a tematiche più strettamente locali, il segretario di APL attacca l'Amministrazione Terra sul tema dell'ambiente e della salute dei cittadini, rivendicando come Aprilia in Prima Linea non arretri di un millimetro quando si tratta di denunciare l'incapacità colposa della Giunta che si ripercuote sulla qualità della vita dei cittadini. Il Prof. Cacciola ha effettuato più che un intervento, una vera e propria lectio magistralis, sul tema di come impostare un'attività politica in termini "G-locali".

Bisogna infatti partire dal localismo con le tante sfaccettature che i territori portano con se, e unirle ad una strategia e un disegno globali, cioè inseriti nell'ambito nazionale e internazionale. In pratica ciò che il laboratorio politico di Mille Patrie per Salvini intende fare. Alle accuse di populismo e demagogia spesso piovute sull'attività dei movimenti sovranisti Cacciola afferma: "Il populismo non è una bestemmia, Cernysevskij diceva alla fine dell'800 allo Zar di Russia, che l'autocrazia non rappresentava più i destini del popolo. Caro Zar, o dai retta al popolo russo oppure succederà qualcosa di traumatico. Avvenne la Rivoluzione d'Ottobre del '17 - prosegue Cacciola - quindi, ben venga chi risponde direttamente al popolo e si fa carico delle esigenze di esso. Il populismo è l'unico modo di fermare l'imperialismo apolide della finanza internazionale, che mira solo al denaro e non alle esigenze dei popoli".

Bisogna tornare a fare una forte campagna politica tra la gente, aprendo dibattiti e confronti su tutto ciò che riguarda la vita dei cittadini, tutto è politica ed è fondamentale trasformare ogni proposta in un'arma per contrastare il vuoto pneumatico imperante nella società italiana ed europea dei nostri tempi.

Ufficio Stampa APL/Mille Patrie per Salvini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprilia, Apl presenta Mille Patrie per Salvini con Biagio Cacciola

LatinaToday è in caricamento