Aprilia, Trano (M5S): “Soddisfatto per l'apertura di via Vesuvio, ora il sottopasso: i cittadini attendono da due anni"

Il deputato pontino interviene sui lavori di via Vesuvio ma ricorda che il quartiere "Casello 45" resta isolato

Sono terminati i lavori per la realizzazione alla rete ferroviaria Campoleone-Nettuno, che avevano subito rallentamenti tanto da lasciare l'intero quartiere "Casello 45" di Aprilia. Dal punto di vista viario le auto sono state obbligate a compiere una circumnavigazione di diversi chilometri, mentre gli abitanti hanno subito la ‘desertificazione commerciale’ dei loro territori. Sul caso interviene ora il deputato pontino del M5S Raffaele Trano: "Esprimo oggi soddisfazione per la conclusione dei lavori riguardanti l’infrastruttura della sede viaria alternativa di via Vesuvio da parte di Rfi Italia - dichiara - Finalmente un collegamento diretto consentirà di sostituire il passaggio al livello al chilometro 45 + 805 della Nettunense con un’arteria stradale degna di questo nome. Per l’apertura si attende che il Comune di Aprilia porti a termine gli impianti semaforici e d’illuminazione"

"L’obiettivo finale - aggiunge il deputato - resta comunque l’apertura del sottopassaggio. Mi auguro che avvenga entro gennaio 2020, così come mi è stato comunicato. Prendo atto che i lavori si sono protratti a causa di alcuni imprevisti. Ma i cittadini di Aprilia e dell’intero comprensorio e quanti transitano quotidianamente in quel territorio devono assolutamente recuperare condizioni di vita ‘normali’. Ringrazio Rfi per l’impulso dato all’apertura di via Vesuvio e per aver provveduto nel frattempo ad istituire navette e ripristinare la recinzione scavalcata con grave pericolo dai pendolari. Ora però è tempo di concentrarsi sulla conclusione dell’opera ed annullare i due anni di ritardo. Per questo continuerò a seguire l’intera vicenda fino alla sua conclusione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • Fiumi di denaro riciclati nell'impresa: due arresti e maxi sequestro da 1 milione di euro

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento