Aprilia, Trano (M5S): “Soddisfatto per l'apertura di via Vesuvio, ora il sottopasso: i cittadini attendono da due anni"

Il deputato pontino interviene sui lavori di via Vesuvio ma ricorda che il quartiere "Casello 45" resta isolato

Sono terminati i lavori per la realizzazione alla rete ferroviaria Campoleone-Nettuno, che avevano subito rallentamenti tanto da lasciare l'intero quartiere "Casello 45" di Aprilia. Dal punto di vista viario le auto sono state obbligate a compiere una circumnavigazione di diversi chilometri, mentre gli abitanti hanno subito la ‘desertificazione commerciale’ dei loro territori. Sul caso interviene ora il deputato pontino del M5S Raffaele Trano: "Esprimo oggi soddisfazione per la conclusione dei lavori riguardanti l’infrastruttura della sede viaria alternativa di via Vesuvio da parte di Rfi Italia - dichiara - Finalmente un collegamento diretto consentirà di sostituire il passaggio al livello al chilometro 45 + 805 della Nettunense con un’arteria stradale degna di questo nome. Per l’apertura si attende che il Comune di Aprilia porti a termine gli impianti semaforici e d’illuminazione"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’obiettivo finale - aggiunge il deputato - resta comunque l’apertura del sottopassaggio. Mi auguro che avvenga entro gennaio 2020, così come mi è stato comunicato. Prendo atto che i lavori si sono protratti a causa di alcuni imprevisti. Ma i cittadini di Aprilia e dell’intero comprensorio e quanti transitano quotidianamente in quel territorio devono assolutamente recuperare condizioni di vita ‘normali’. Ringrazio Rfi per l’impulso dato all’apertura di via Vesuvio e per aver provveduto nel frattempo ad istituire navette e ripristinare la recinzione scavalcata con grave pericolo dai pendolari. Ora però è tempo di concentrarsi sulla conclusione dell’opera ed annullare i due anni di ritardo. Per questo continuerò a seguire l’intera vicenda fino alla sua conclusione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento