rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Gli effetti dell'inchiesta / Terracina

Arresti in Comune a Terracina: danno le dimissioni anche 14 consiglieri

Nella giornata di ieri si era dimessa la sindaca Roberta Tintari finita ai domiciliari. Pd: “All'assestamento dei conti ci penserà il Commissario prefettizio non certo questo consiglio comunale”

Si sono dimessi 14 consiglieri comunali a Terracina. La notizia è delle ultime ore e fa seguito alle dimissioni che sono state presentate ieri anche dalla sindaca di Fratelli d’Italia Roberta Tintari, travolta dall’inchiesta “Free Beach” che ha provocato un vero proprio terremoto giudiziario nell’Amministrazione comunale da lei guidata e terminata con gli arresti eseguiti lo scorso 19 luglio da Guardia Costiera e carabinieri.

La stessa Tintari, insieme ad altre cinque persone tra cui l’ex vice sindaco Pierpaolo Marcuzzi e il presidente del Consiglio comunale, è stata destinataria di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. 

Da quanto si apprende sono 9 i consiglieri di opposizione che si sono dimessi e 5 quelli della maggioranza, più della metà di quelli presenti nell’Assise cittadina, aprendo la strada al commissariamneto anche prima dei venti giorni che dovevano passare dalle dimissioni di Roberta Tintari. 

“Questa mattina 9 consiglieri di opposizione e 5 della maggioranza hanno formalizzato le dimissioni davanti al segretario comunale per rimettere il mandato nelle mani di chi vuole che Terracina cambi - scrivono in una nota il segretario comunale Pierpaolo Chiumera e il consigliere comunale Armando Cittarelli -. All'assestamento dei conti ci penserà il Commissario prefettizio non certo questo consiglio comunale”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti in Comune a Terracina: danno le dimissioni anche 14 consiglieri

LatinaToday è in caricamento