rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Aule studio: l'appello dei giovani del centrodestra al Comune

La nota dei movimenti giovanili del centrodestra che chiedono la riapertura della biblioteca comunale, oltre alla messa a disposizione di ulteriori spazi alla portata di tutti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"In una nota congiunta i movimenti giovanili del centrodestra intervengono sul tema della mancanza di spazi a disposizione degli studenti di Latina. A tal proposito, in questi giorni, il dibattito politico si è soffermato più volte sulla questione dell’acquisizione dell’ex Banca d’Italia e la sua riconversione per i giovani della città. Un’iniziativa sicuramente nobile che però è destinata a diventare realtà in un futuro non troppo prossimo.

Quello su cui vogliamo però porre l’accento, riguardo la questione sollevata, è il risultato del completo abbandono della biblioteca comunale (chiusa da più di due anni) e il conseguente problema di spazi pubblici per studiare. Una realtà come Latina, che si candida a diventare città universitaria a pieno titolo e che negli anni sta ampliando la propria offerta formativa, non può e non merita di restare priva di una qualsiasi forma di struttura (sia centrale che periferica) adatta a colmare le problematiche sopra esposte. Per questo, chiediamo a gran voce l’immediata riapertura della biblioteca comunale, oltre alla messa a disposizione di ulteriori spazi alla portata di tutti, necessari vista la situazione pandemica a garantire il rispetto delle normative anti-covid, data l’impossibilità di utilizzare al 100% le poche e fatiscenti strutture preesistenti.

La nostra proposta è quella di sollecitare l’Amministrazione, individuando siti idonei alla suddetta finalità, a predisporre accordi di collaborazione con privati o associazioni del territorio altrimenti utilizzando luoghi della cultura (quindi già di proprietà dell’ente di Piazza del Popolo) come, ad esempio, il Museo della Terra Pontina, la Casa del Combattente, il Museo Cambellotti e in ultimo la sala De Pasquale del Palazzo del Comune. Per quanto possano essere lodevoli le iniziative introdotte da determinati esponenti della maggioranza di governo della città, per venire incontro a questa criticità, non rappresentano a parer nostro neppur lontanamente una soluzione completa e definitiva. Come Consulta dei Giovani di Centrodestra, ma soprattutto come cittadini di Latina, ci mettiamo a disposizione dell’Amministrazione comunale per dare, un seppur minimo, contributo alla risoluzione di tale problematica e collaborare con gli enti preposti, per fornire delle soluzioni valide come quelle sopra citate. I partiti facciano i partiti, le istituzioni facciano le istituzioni".

Così in una nota congiunta i movimenti giovanili del centrodestra

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aule studio: l'appello dei giovani del centrodestra al Comune

LatinaToday è in caricamento