Comune di Latina, approvato in Consiglio il bilancio di previsione 2017

Dopo due giorni di sedute, il via libera al documento con i soli voti della maggioranza, mentre la minoranza ha lasciato l'aula. Lbc: "Non votabili gli emendamenti dell'opposizione"

E’ stato approvato in Consiglio comunale a Latina, nella notte e dopo due giorni di sedute, il bilancio di previsione 2017. 

Il via libera al documento nella notte grazie ai voti della maggioranza, mentre l’opposizione ha lasciato l’aula al momento del voto dopo la bocciatura da parte di Lbc di tutti gli emendamenti presentati. 

“Dopo un lunghissimo ed estenuante Consiglio comunale che si è protratto per due giorni consecutivi, dal 29 al 30 marzo, il bilancio di previsione 2017 è stato finalmente approvato.

Latina Bene Comune ha scelto la strada dell’approvazione di un bilancio ‘di salute pubblica’, mantenendo i servizi essenziali a livello invariato e puntando sulle poche assunzioni che ci si può permettere per migliorare la macchina amministrativa” commenta il segretario di Lbc Pietro Gava in una nota.

“Dopo anni di abbandono sono state allocate risorse sulla manutenzione straordinaria di scuole e strade. Inoltre, la nuova normativa sul bilancio obbliga ad accantonamenti maggiori rispetto al passato. Gli emendamenti delle opposizioni non erano votabili, soprattutto in questa fase in cui vanno ripristinate condizioni essenziali per una vita dignitosa della nostra città”.

I CONSIGLIERI DEL PD - “La decisione del gruppo consiliare del Partito Democratico di non partecipare alla discussione e poi al voto finale sul Bilancio è il frutto della scelta della maggioranza di bocciare gli emendamenti da noi presentati” hanno dichiarato in una nota i consiglieri comunali del Partito Democratico Enrico Forte, Nicoletta Zuliani e Massimiliano Carnevale.

“Il Consiglio comunale – sottolineano – è il luogo del confronto e delle decisioni soprattutto in occasione della discussione di un documento di programmazione così importante quale il Bilancio e gli emendamenti da discutere in aula, alla luce del sole, rappresentano il contributo legittimo e doveroso all’amministrazione della città da parte dei rappresentanti dell forze politiche che, seppure all’opposizione, sono stati democraticamente eletti. Le proposte da noi avanzate - proseguono i consiglieri del Pd – avevano peraltro  copertura finanziaria attestata sia dai revisori dei conti che dalla Ragioneria del Comune. E’ la prima volta in assoluto che le proposte di emendamento vengono respinte in blocco: questo significa che è mancata la volontà politica di affrontare serenamente il confronto e recepire una serie di suggerimenti avanzati da chi rappresenta una parte della città e sulla base del mandato elettorale ricevuto intende contribuire alla sua amministrazione. Quanto accaduto in Consiglio comunale – concludono i rappresentanti del Partito Democratico – è decisamente la dimostrazione di come la sordità di questa maggioranza stia minando alla base qualsiasi forma di collaborazione politica anche in occasione della discussione sul documento più importante per il governo della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento