Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Centro / Piazza del Popolo

Bilancio in Consiglio, tra polemiche e dissapori approvato il documento

Due giorni di discussioni prima del sì definitivo che è arrivato nella serata di venerdì 29 giugno. Soddisfatta la maggioranza compatta; Di Giorgi: "È un bilancio che ha un grande coraggio"

I dissapori della vigilia si sono confermati in aula con l’opposizione che si è detta decisamente contraria alla proposta di bilancio avanzata dalla maggioranza nella giornata di giovedì. Ma, nonostante le discussioni durante la seduta del Consiglio comunale di ieri alla fine il documento è stato approvato – come anche alcuni emendamenti presentati dal Pd come ad esempio quello relativo alla Casa della Musica -.

E se da un lato l’opposizione continua a mostrare il suo pollice verso, la maggioranza si dice soddisfatta del lavoro svolto e del bilancio alla fine approvato.

“Devo rinnovare i complimenti alla maggioranza, all’assessore al bilancio, Pasquale Maietta, al presidente della Commissione bilancio, Gianni Chiarato, e all’intera commissione per aver svolto un ottimo lavoro che consente alla città di aver un bilancio equo e che guarda alla città del futuro” ha commentato il sindaco Di Giorgi.

“Questo è un bilancio che ha una visione strategica della città sia sulle opere pubbliche sia sui servizi ai cittadini –afferma Di Giorgi –. È inoltre un bilancio che ha un grande coraggio; vale a dire a fronte di 12 milioni di tagli dal Governo rispetto al 2011 abbiamo voluto non agire sul rigore ma sull’equilibrio e le prospettive. Abbiamo quindi messo a punto la razionalizzazione delle spese, con tagli alle utenze, tagli ai fitti per uffici utilizzando al meglio strutture del Comune una più generale razionalizzazione delle spese. Le opere pubbliche, invece, verranno finanziate con la vendita di beni immobili, che non sono “gioielli di famiglia””.

“Per quanto riguarda l’Imu, non abbiamo voluto gravare sulla prima casa, applicando l’aliquota minima, mentre per le altre agevolazioni abbiamo rimandato le decisioni a settembre, quando sarà più chiaro il quadro delle entrate. Sul piano della sicurezza parte invece il terzo turno, quella serale dei vigili urbani e arrivano investimenti sulla videosorveglianza. Aumentano, inoltre, le somme per la viabilità, per la scuola e per il verde pubblico. E poi questo bilancio ha un’anima sociale. Abbiamo approfondito bene gli interventi i questo settore e non solo non abbiamo fatto tagli abbiamo anche finanziato nuovi servizi, raccogliendo tute le voci nel maxi emendamento finale”.

“Ecco, tutto questo ha trovato grande condivisione e compattezza nella maggioranza che, come mai era accaduto in passato, ha presentato un unico emendamento finale, una maggioranza che ha dato anche forti segnali di apertura all’opposizione sui servizi e sulle opere pubbliche. Tutto questo lo abbiamo fatto nonostante i tagli operati dal Governo e i vincoli del Patto di stabilità, per raggiungere i tre obiettivi di cui già ho parlato. Con questo bilancio siamo sicuri di poter dare risposte importanti alla città, ma il mio auspicio è che il Governo non torni a colpire gli enti locali, altrimenti ogni nostro sforzo rischia di essere compromesso”, conclude il Sindaco Di Giorgi”.

IL BILANCIO -  La manovra complessiva di bilancio è di 226milioni di euro; per quanto riguarda le entrate, circa 62milioni derivano da entrate tributarie, 39milioni extratributarie e 92milioni da trasferimento di capitali e riscossione di crediti. Per le uscite, circa 117 milioni sono spese correnti e 88 in conto capitale. Le spese correnti sono pari a 117.069.185,75.

I DETTAGLI DEL BILANCIO

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio in Consiglio, tra polemiche e dissapori approvato il documento

LatinaToday è in caricamento