menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgo Montello avrà il suo “Largo Sante Cosimi”: proposta approvata in Commissione

L’idea nata dai ragazzi del posto per ricordare il giovane prematuramente scomparso nel 2015. A sostenere fortemente la proposta il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Marchiella

Borgo Montello avrà il suo “Largo Sante Cosimi”: è stata approvata ieri in Commissione Governo del Territorio la proposta degli amici del giovane, amato e rimasto nel cuore di tutti, e prematuramente scomparso nel dicembre 2015. 

L’idea di intitolare uno dei luoghi più importanti della frazione di Latina a Sante era nata dai ragazzi del posto ad un anno dalla morte dell’amico tanto amato. “Si era pensato di apporre il nome di Sante al largo a ridosso del campo sportivo 'Oscar Zonzin' e con una raccolta di oltre duemila firme era stata presentata al sindaco di Latina una formale richiesta, protocollata il 18 luglio del 2018” spiega il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Marchiella intervenuto più volte per sollecitare l’Amministrazione. E ieri mattina la proposta è stata approvata all’unanimità nella seduta della commissione Governo del Territorio. Borgo Montello avrà il “Largo Sante Cosimi”.  

“Su mia iniziativa abbiamo autoconvocato la Commissione ottenendo il consenso unanime di tutti i componenti: ringraziamo loro ed il sindaco per la sensibilità dimostrata, si trattava di un doveroso omaggio ad un ragazzo ricordato da tutti per la generosità, l’allegria e la contagiosa voglia di vivere. Esiste una legge che attribuisce al Prefetto il potere di abbreviare i tempi d’attesa per l’intitolazione, di regola compresi in un decennio, a condizione che la richiesta provenga dal Consiglio Comunale e da una precisa indicazione politica. Quell’indicazione finalmente è arrivata, per la gioia dei ragazzi che erano cresciuti con Sante e che hanno portato avanti questa idea”.

“Nato il 2 maggio del 1988 - ricorda Marchiella -, Sante era affetto da trisomia, rara anomalia genetica caratterizzata dalla presenza di tre copie del cromosoma 13 nelle sue cellule. Di lui si ricorda la grande passione per il calcio, che lo ha reso popolare non solo all’interno del borgo ma anche tra svariati protagonisti del panorama dilettantistico entrati a contatto con lui. Era molto vicino ad alcuni associazioni e aveva partecipato a svariati eventi legati all’ambito sociale. 

Nel sostenere la petizione per l’intitolazione del largo all’esterno dello ‘Zonzin’- prosegue il consigliere di Fratelli d’Italia -, i genitori del ragazzo hanno pronunciato queste significative frasi: ‘A volte si intitolano vie o piazze a persone che hanno ricoperto incarichi importanti. In questo caso l’incarico che ha ricoperto Sante è l’aver preso per mano con il suo splendido sorriso ogni persona che ha avuto il piacere di conoscerlo e far germogliare in lui qualcosa di meraviglioso’”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento