Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Morte di Satnam Singh, tavolo fra Governo e parti sociali. Calderone: "Il caporalato mortifica il lavoro"

L’incontro convocato dai minitri del LAvoro Calderone e dell'Agricoltura Lollobrigida dopo la morte a latina del bracciante indiano di 31 anni

E’ in corso nella sede del Ministero del Lavoro a Roma il tavolo convocato dal Governo dopo la morte di Satnam Singh, il bracciante 31enne di origini indiane morto a Latina in una situazione atroce dopo un incidente sul lavoro avvenuto in un’azienda nelle campagne di Borgo Sabotino. Mentre stava lavorando con un macchinario il giovane è rimasto gravemente ferito e ha perso un braccio, ma nessuno soccorso gli è stato prestato. Il datore di lavoro lo ha caricato su un pulmino insieme alla moglie e lo ha abbandonato davanti la sua abitazione nella frazione di Castelverde, a Cisterna. Dopo due giorni lo scorso mercoledì 19 giugno si è spento all’ospedale San Camillo di Roma dove era stato ricoverato. 

Questa mattina nel corso del tavolo, i ministri del Lavoro e dell’Agricoltura, Marina Elvira Calderone e Francesco Lollobrigida hanno incontrato le associazioni dei datori di lavoro e le sigle sindacali del settore agricolo. "Il caporalato mortifica il lavoro, mette a repentaglio vite umane e non fa crescere la qualità del lavoro", ha detto  la ministra del Lavoro Calderone al termine dell'incontro. "Lo scopo di tutti è dichiarare guerra al caporalato e intensificare tutte quelle che sono le azioni a contrasto di un sistema che mortifica il lavoro, mette a repentaglio le vite umane e non fa crescere la qualità del lavoro in un comparto importantissimo come quello dell'agricoltura".

"La sensibilità - ha aggiunto Calderone - è comune al Governo tutto ed è comune nella definizione di strategie complessive". Per quanto riguarda la vicenda Singh, la ministra ha detto: "Non possiamo che ricordare e condannaere quanto è successo" al lavoratore, "che ha perso la vita perché non è stato soccorso e c'è chi ha pensato di abbandonarlo senza assistenza in un momento in cui erano gravissime le ferite riportate". Calderone ha aggiunto che si stanno "intensificando i controlli; abbiamo aumentato il numero di assunzioni di ispettori. Sono stati già banditi i concorsi, saranno su basi regionali. Rafforeremo tutti gli ispettorati regionali". Inoltre, ha detto ancora la ministra, si punterà su un "attento, puntuale, sinergico lavoro di consultazione delle banche dati a disposizione, comprese quelle che ci darà il Ministero dell'Agricolgura con Agea" e si intende "potenziare la rete agricola di quantità, perché il contrasto al caporalato passa anche per il sostegno a chi gestisce regolarmente le attività lavorative e soprattutto l'agricoltura".

Al tavolo era presente anche il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida. “Una delle cose emersa dalla riunione è che in queste situazioni accade un fatto: la criminalizzazione di uno degli anelli della filiera. Al decesso di un operaio per colpa di un criminale, si criminalizzano le imprese agricole”, le parole del ministro. “Il tavolo di oggi resta aperto, anche a interlocuzioni non formali. Nelle prossime ore, su alcuni aspetti del Dl agricoltura” potrebbero esserci “emendamenti specifici che potranno essere presentati su sollecitazione dei sindacati o dei datori per velocizzare alcuni processi di correzione di rotta in vari ambiti, tra cui anche il Caporalato”, ha detto ancora Lollobrigida. “Quindi il tavolo non ha bisogno di convocazioni formali, anche se ce ne saranno, ma di restare aperto”, ha sottolineato il ministro.

In apertura del Consiglio dei Ministri ieri sulla terribile morte di Satnam Singh, si è espressa anche la presidente Giorgia Meloni. “Sono atti disumani che non appartengono al popolo italiano, e mi auguro che questa barbarie venga duramente punita”, ha detto la premier.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Satnam Singh, tavolo fra Governo e parti sociali. Calderone: "Il caporalato mortifica il lavoro"
LatinaToday è in caricamento