rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

Capitale della Cultura 2026, Latina e Gaeta verso le audizioni al Ministero della Cultura

Nella giornata di lunedì 4 marzo illustreranno i loro progetti: “Blu, il Clima della Cultura” per la città del Golfo e “Latina bonum facere” per il capoluogo

Con marzo si entra nella fase decisiva per la designazione della Capitale italiana della cultura 2026 che vede tra le 10 finaliste le città di Gaeta e Latina. Entro la fine del mese dovrebbe infatti esserci la proclamazione mentre nei prossimi giorni, il 4 e il 5 marzo, sono in programma nella Sala Spadolini del Ministero della Cultura le audizioni dei 10 progetti finalisti. 

Ogni città avrà a disposizione 30 minuti per presentare la propria candidatura, seguiti da ulteriori 30 minuti dedicati alle domande della Commissione. Secondo il calendario che è stato diffuso dallo stesso Ministero della Cultura sulla pagina Facebook dedicata alla Capitale della Cultura 2026, l’audizione di Gaeta è prevista per la mattina di lunedì 4 marzo, quella di Latina invece per il pomeriggio della stessa giornata. 

Come sappiamo il dossier presentato dalla città di Gaeta porta il titolo “Blu, il Clima della Cultura”; e così il progetto è stato raccontato al Mic: "È basato sulla forza dell'ambiente di influire sulle persone: caratteristica di Gaeta, la cui storia vanta donne e uomini che hanno definito i contorni della civiltà. Gaeta e il suo Clima della Cultura riescono a proiettare l'individuo verso una crescita intellettuale. Blu è il suo nome”.

gaeta capitale della cultura 2026

“Latina bonum facere” è invece il titolo del progetto del capoluogo pontino e il progetto è stato spiegato così al Ministero della Cultura: “Latina, 'Città dell’accoglienza', ovvero il paradigma di un nuovo modo di concepire il rapporto tra agricoltura e attività produttive, tra territorio, ambiente, energia, benessere e salute, tra natura e uomo, un nuovo patto tra città e campagna: modello, innesco, laboratorio. Latina bonum facere”. 

latina capitale della cultura 2026

Il calendario completo delle audizioni

Le audizioni si svolgeranno secondo il seguente calendario:

4 marzo
- 9.00 - 10.00 Agnone (nome progetto “Agnone 2026: Fuoco, dentro. Margine al centro”) Agnone Cultura 2026  
- 10.15-11.15 Alba (“Vivere è cominciare. Langhe e Roero, un’altra storia”) Alba Bra Langhe Roero 2026 
- 11.30-12.30 Gaeta (“Blu, il Clima della Cultura”) Gaeta 2026 - Candidata Capitale Italiana della Cultura 
- 14.00-15.00 L’Aquila (“L’Aquila Città Multiverso”) L'Aquila 2026 
- 15.15-16.15 Latina, (“Latina bonum facere”) Latina candidata a Capitale Italiana della Cultura 2026

5 marzo 
- 9.00-10.00 Lucera (“Lucera 2026: Crocevia di Popoli e Culture”) Lucera 2026 - Candidata a Capitale italiana della cultura 
- 10.15-11.15 Maratea (“Maratea 2026. Il futuro parte da un viaggio millenario”) Maratea 2026 - Città Candidata Capitale Italiana della Cultura 
- 11.30-12.30 Rimini (“Vieni oltre. Il futuro qui e ora”) Rimini 2026 - Candidata Capitale italiana della Cultura 
- 14.00-15.00 Treviso (“I Sensi della Cultura”) Comune di Treviso 
- 15.15-16.15 Unione dei Comuni Valdichiana Senese (“Valdichiana 2026, seme d’Italia”) Valdichiana 2026 - candidata a Capitale Italiana della Cultura. 

Le audizioni saranno trasmesse anche in diretta sul canale YouTube del Ministero della Cultura https://www.youtube.com/@MiC_Italia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale della Cultura 2026, Latina e Gaeta verso le audizioni al Ministero della Cultura

LatinaToday è in caricamento