Case della Salute di Sabaudia, Cisterna, Cori e Minturno: l’impegno della Regione

L’impegno inserito nel Defr 2020. Simeone: “Manterremo alta l’attenzione su questo tema e vigileremo affinché si passi dalle parole ai fatti”

Il consigliere regionale Simeone

“L’amministrazione regionale s’impegna a completare le procedure per l’attivazione delle Case della Salute di Sabaudia, Cisterna di Latina, Cori e Minturno”: l’annuncio da parte del capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale Giuseppe Simeone, il quale assicura che verrà mantenuta “alta l’attenzione su questo tema e vigileremo affinché si passi dalle parole ai fatti” 

Con l’emendamento al Defr 2020 presentato dal sottoscritto si punta a fare chiarezza sulla riorganizzazione dei servizi sanitari territoriali - prosegue il presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare -. E’ di primaria importanza ampliare l’offerta dei punti di primo intervento con la realizzazione delle nuove Case della Salute. Per questo, nel capitolo del Defr dedicato a ‘Le politiche sanitarie in attuazione e le previsioni per il breve-medio periodo’ viene indicato che ‘in termini programmatici, al fine di attuare l’obiettivo sviluppo dell’assistenza territoriale e delle reti di cura sanitaria, si provvederà a completare l’iter di realizzazione delle Case della Salute all’interno dei territori di Sabaudia, Cisterna di Latina, Cori e Minturno, con lo scopo di garantire l’erogazione di servizi fondamentali, sia sul piano qualitativo sia in termini di accessibilità’.

Infatti non possiamo non tenere conto del fatto che, ancora oggi, i Ppi rappresentano dei presidi fondamentali, nell’erogazione di servizi di emergenza urgenza e nello svolgere il ruolo di catalizzatori di migliaia di utenze. Senza una valida alternativa, chiudere i Ppi senza creare strutture alternative significherebbe solo depotenziare ulteriormente la già fragile rete assistenziale territoriale. Una rete che va rimodulata, garantendo ai pazienti servizi efficaci ed efficienti, colmando le lacune accumulate in questi anni e potenziando le strutture territoriali che rappresentano la cerniera indispensabile tra l’ospedale e la gestione della emergenza”.

“Il piano di riorganizzazione, riqualificazione e sviluppo del servizio Sanitario Regionale 2019-2021, predispone l’attivazione con decorrenza dal 1 gennaio 2020 presso le sedi delle istituende Case della Salute di apposite strutture destinate alla gestione delle urgenze sul territorio. Ma solo con l’ampliamento dell’offerta dei Punti di Primo Intervento, da realizzarsi attraverso l’attivazione di nuove Case della Salute - prosegue ancora Simeone -, si potrà attuare quel percorso di trasformazione del sistema sanitario verso la piena integrazione tra ospedale e territorio. Ad oggi risulta essere stato adempiuto per circa due terzi il progetto di attivazione delle strutture previste dalla Regione Lazio ed il sistema di offerta sanitaria territoriale va costruito tenendo in considerazione la conformazione geografica infrastrutturale dei singoli territori. Per questo in provincia di Latina occorre completare questo percorso dotando di Case della Salute anche i Comuni di Cisterna, Sabaudia, Cori e Minturno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus Latina: i contagi non si fermano, 84 casi in più in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: sono 75 in provincia, 22 solo a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento