Chiodo nel microfono di Fabio D’Achille, solidarietà al consigliere di Lbc

"Un chiaro gesto intimidatorio nell'aula del Consiglio comunale" scrive in una nota Latina Bene Comune. Il segretario Gava: "Fabio non sei solo". Solidarietà anche da sindaco e Giunta che condannano "l'inqualificabile gesto"

(fonte foto latinabenecomune.it)

Solidarietà è stata espressa al consigliere di Latina Bene Comune Fabio D’Achille che questa mattina ha trovato un chiodo nel microfono della sua postazione nell’aula del Consiglio. 

SINDACO E GIUNTA - “Un gesto inopportuno e di cattivo gusto, aggravato dal fatto che è stato commesso all’interno del luogo istituzionale per eccellenza - si legge in una nota del Comune di Latina -. L’amministrazione comunale stigmatizza quanto accaduto oggi in aula consiliare al consigliere Fabio D’Achille che ha trovato piantato nel microfono della sua postazione un chiodo con la punta rivolta verso l’esterno. 

Nel condannare l’inqualificabile gesto - conclude la nota -, il sindaco e la giunta comunale esprimono piena solidarietà al consigliere di Latina Bene Comune”.

LATINA BENE COMUNE - Latina Bene Comune è solidale con il consigliere comunale Fabio D'Achille, oggetto questa mattina di un chiaro gesto intimidatorio nell'aula del Consiglio Comunale - scrive Lbc in una nota -. Qualcuno ha fatto trovare un chiodo inserito nella protezione del microfono, nella postazione occupata dal consigliere D'Achille, con la punta rivolta verso l'esterno e cioè verso chi avrebbe dovuto utilizzare quel microfono. Un fatto avvenuto nell'aula del consiglio, all'interno della casa comunale, e per questo ancora più grave”.

“Questo secondo attacco ai consiglieri di Lbc. (il primo era costtuito da insulti al sindaco nella scuola diretta dal consigliere Liotta) dà il senso che il nostro lavoro tra gli scheletri dell'amministrazione comunale sta dando fastidio a qualcuno”. Ha detto a caldo il consigliere D'Achille.

“Davanti a questi fatti che possono nascondere un 'messaggio' - nessuno deve restare solo ha commentato Pietro Gava segretario di LBC, che ha aggiunto: “Fabio non sei solo. Nessuno di noi deve sentirsi solo davanti a ogni tipo di messaggio intimidatorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento