Politica

Cisterna, "rivoluzione" digitale in Comune con l'arrivo del nuovo anno: tutte le novità

L’Assessore Ceri: “Al lavoro per un Comune efficiente, smart e moderno”

Comune di Cisterna

Partita la “rivoluzione” digitale nel Comune di Cisterna: con l’inizio del nuovo hanno ha preso ufficialmente il via il processo di ammodernamento informatico e snellimento delle procedure. Dopo l’ingresso a pieno regime nell’Anpr, l’Anagrafe Nazione della Popolazione Residente, entra in funzione la nuova piattaforma software che progressivamente uniformerà la gestione digitale dei vari servizi e uffici e garantirà l'interoperabilità delle banche dati sia all’interno che all’esterno della struttura comunale.

“Il progetto di revisione dell’intero sistema informatico, iniziato oggi e che si amplierà nei prossimi mesi - spiegano dall’Amministrazione -, non solo mira ad una interoperabilità e miglioramento dei processi di lavoro ma anche ad un potenziamento della sicurezza dei dati, sempre più sottoposti ad attacchi informatici. Inoltre consentirà una comunicazione più veloce ed immediata con i cittadini i quali, attraverso l’uso di moderne tecnologie, potranno usufruire di nuovi ed utili servizi on-line”.

“La nuova piattaforma applicativa - spiega l’assessore Alberto Ceri - è stata progettata e realizzata in modo da consentire l’interoperabilità con prodotti office automation e con altri enti implementando gli opportuni strumenti che consentono il dialogo tra le diverse amministrazioni locali in un’ottica di interoperabilità e cooperazione applicativa. Anche se agli occhi del cittadino potrebbe risultare invisibile, tutto ciò produrrà benefici in termini di snellimento delle procedure e nuovi servizi, ponendoci all’avanguardia tra gli enti attuatori delle direttive AgID, l’Agenzia per l'Italia digitale. L’obiettivo, messo a punto con la dirigente comunale Angela Coluzzi, è quello di superare quanto prima le problematiche nella comunicazione/integrazione tra i vari software gestionali in uso nei diversi servizi dell’ente affinché un’informazione venga trattata e inserita una sola volta e resa disponibile a tutti gli altri servizi, rispondendo a quanto prescritto dalle norme vigenti in materia e permettendo l’accesso ai servizi pubblici in forma digitale, semplici ed efficaci”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, "rivoluzione" digitale in Comune con l'arrivo del nuovo anno: tutte le novità

LatinaToday è in caricamento