Politica

Cisterna, rinegoziati i mutui. Comune: “Boccata d’ossigeno da 128 mila euro l’anno”

Un risparmio di oltre 3 milioni di euro in 26 anni. Assessore Candilo: “Fondi importanti che permettono di operare in modo più incisivo e immediato”

Il Comune di Cisterna, cogliendo l’opportunità offerta dal cosiddetto “Decreto crescita”, ha deliberato in Giunta la rinegoziazione di ben 23 mutui contratti con Cassa Depositi e Prestiti e trasferiti al Ministero dell’Economia e Finanze.

“Un’operazione - spiegano dall’Amministrazione - che riduce il tasso di interesse medio dal 4,99% all’1,463% con un risparmio annuo prodotto pari a 128.453,77 euro fino al 2040, passando nei restanti quattro a euro 99.160,58. Al termine dei totali 26 anni di finanziamento, quindi, il risparmio generale in favore dell’ente sarà di 3.222.625 euro. I benefici di tale risparmio  saranno rilevabili già a partire dal corrente bilancio che, attraverso una variazione, entro il termine del prossimo 31 dicembre potrà usufruire di “ritrovati” 128.453,77 euro”.

“Si tratta di fondi importanti – ha commentato l’assessore al Bilancio e Programmazione, Gildo Di Candilo – che consentono ad un’Amministrazione comunale di poter operare in modo più incisivo e immediato. Voglio pertanto ringraziare il personale dell’Ufficio Bilancio per l’eccellente lavoro svolto i cui benefici saranno a vantaggio di tutti”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, rinegoziati i mutui. Comune: “Boccata d’ossigeno da 128 mila euro l’anno”

LatinaToday è in caricamento